Altro che gita di piacere. L’Italia esce da Skopje soffrendo in maniera inenarrabile, ma vincente.

PARTENZA IN AFFANNO

Ventura fa turn over, riadattando le caratteristiche del suo 3-5-2. Lancia Bernardeschi tra gli interni di centrocampo insieme a Verratti e Bonaventura. Rispetto al match di Torino, a destra c’è Candreva e non Florenzi, mentre in attacco largo alla coppia Immobile-Belotti, due che il c.t. conosce bene. L’intento è attaccare e invece in avvio di gara è la Macedonia a rendersi più pericolosa: Buffon deve chiudere subito in uscita bassa su Pandev, per poi essere aiutato dalla traversa al 18′, sul destro improvviso di Nestorovski.

LA PRIMA DEL GALLO

Il pericolo scampato sembra scuotere un minimo gli azzurri, che comunque si accendono a intermittenza. Candreva inizia a sfornare palloni dalla destra, trovando un sinistro volante di Immobile (parato) e un colpo di testa impreciso di Bonaventura prima dell’intervallo. E sui calci da fermo l’Italia è sempre pericolosa. Nasce così il goal: Belotti irrompe su un corner, apre il destro al volo e gela Bogatinov. Prima partita da titolare per il “Gallo” e prima rete.

LA NOTTE DI CIRO

La lezione dei primi 45 minuti non viene recepita. E al 12′ della ripresa, su errore di Verratti, Nestorovski pareggia. La squadra perde lucidità e dopo 142 secondi Bernardeschi regala il 2-1 a Hasani. Buffon ci tiene in vita con un miracolo in tuffo su Mojsov: l’Italia è “in bambola”. Quando sembra notte fonda, ecco che appare Immobile che alla mezz’ora, dentro l’area, piazza la zampata del 2-2 sull’ennesimo suggerimento di Candreva. I macedoni stanchi sono improvvisamente timorosi di perdere. E perdono, alla fine. Cadrebbero già sul colpo di testa di Parolo, annullato per fuorigioco inesistente, invece il colpo del k.o. è ancora firmato da Immobile, sempre su assist di Candreva.

IL TABELLINO

MACEDONIA-ITALIA 2-3
Macedonia (3-5-2): Bogatinov; Mojsov, Sikov, Ristevski; Ristovski, Spirovski, Hasani (38′ st Trajcevski), Zhuta (1′ st Ibraimi), Alioski; Nestorovski (23′ st Petrovikj), Pandev . A disp. Zahov, Siskovski, Velkovski, Petrovikj, Stjepanovic, Gjorgjev, Trickovski, Jahovic. CT. Angelovski
Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Romagnoli; Candreva, Bernardeschi, (19′ st Sansone), Verratti, Bonaventura (19′ st Parolo), De Sciglio; Belotti (38′ st Eder), Immobile. A disp. Donnarumma, Perin, Astori, Ogbonna, Darmian, Criscito, De Rossi, Florenzi, Benassi. CT. Ventura
Arbitro: Makkelie (Olanda)
Marcatori: 24′ Belotti (I), 12′ st Nestorovski (M), 14′ st Hasani (M), 30′ st e 47′ st Immobile
Ammoniti: Alioski, Spirovski, Ibraimi, Petrovikj (M), Parolo (I)