Luciano Spalletti è il nuovo allenatore della Roma, sostituisce l’esonerato Rudi Garcia. La notizia, nell’aria ormai dal fischio finale di Roma-Milan, è ufficiale.

La comunicazione non è giunta dal canale ufficiale (ovvero comunicato del club giallorosso), ma da Sky Sport 24. Tutto coerente con un esonero che ha visto Rudi Garcia allenatore fantasma per quattro giorni, in attesa che il suo destino si compiesse: Spalletti a Miami, Spalletti che incontra Pallotta, Spalletti che trova l’accordo e firma il contratto che segna il suo ritorno nella Capitale.

Nel frattempo, a Roma, mentre la società evitava di svelare quel che tutti sapevano, era la fidanzata di Garcia, Francesca Brienza, ad ufficializzare, su Facebook, l’esonero del francese: “Onore a chi verrà…”.

Una situazione imbarazzante per l’As Roma, che prima di dare l’annuncio dell’arrivo di Spalletti, deve comunicare quello dell’esonero del francese, che ieri ha diretto una doppia seduta di allenamento nonostante sapesse cosa lo aspettava.

Luciano Spalletti ha firmato un contratto di 18 mesi con opzione per un altro anno. Tra i termini dell’accordo pare ci sia l’inserimento di suoi uomini all’interno dello staff di preparatori atletici e medici, equipe che attualmente è formata da professionisti scelti personalmente da Pallotta ad inizio stagione, fatto maldigerito da Rudi Garcia, ma che potrebbe restare in carica fino a giugno prima di essere sostituito.

Rudi Garcia abbandona Trigoria dopo due anni e mezzo in cui ha ottenuto due secondi posti che sono valse altrettante qualificazioni in Champions League e dunque consistenti introiti per le casse giallorosse. Il francese lascia con un exploit: 5 derby e nessuna sconfitta con tre vittorie e due pareggi. Risultati che avrebbero meritato un po’ più di rispetto.

Luciano Spalleti, il precedente alla Roma

Luciano Spalletti è stato allenatore della Roma dal 2005 al 2009, quando diede le dimissioni dopo due sconfitte nelle prime due partite del campionato 2009/2010. Per lui 217 partite sull panchina giallorossa con 118 vittorie, 51 pareggi, 48 sconfitte ed una percentuale di successi del 54,38%.

In quel periodo Spalletti conquistò due Coppa Italia ed una Supercoppa Italiana. In campionato furono tre i secondi posti consecutivi prima del sesto posto della stagione 2008/2009 che fece da preludio al divorzio consensuale di pochi mesi più tardi.

(news in aggiornamento)