Luca Toni ha annunciato che sta pensando seriamente al ritiro dall’attività agonistica, ma prima vuole salvare il Verona dalla retrocessione in Serie B.

L’attaccante di Pavullo nel Frignano, che in questa prima parte di campionato non è riuscito a dare l’apporto sperato anche a causa di un infortunio che l’ha tenuto fuori dal campo, sta pensando seriamente a terminare l’attuale stagione agonistica e poi appendere le fatidiche scarpette al chiodo, al termine di una carriera ricca di successi.

Ma l’arrivo di Luigi Del Neri in panchina non pare essere servito a destare la formazione scaligera, che ha perso in casa anche contro l’Empoli e dimora mestamente in ultima posizione.

Commentando la sconfitta, Luca Toni ha precisato: “Ce la siamo giocata e abbiamo disputato una grande partita. Il loro portiere è stato incredibile, e dopo due parate incredibili speravo che la palla sarebbe entrata e invece hanno segnato loro. Ho visto un grande Verona, e anche se l’Empoli stava bene noi abbiamo giocato meglio. Oggi è andata male, ma dobbiamo continuare a giocare con questa mentalità e potrebbero arrivare punti anche su campi più difficili”.

Poi esalta il pubblico del Bentegodi: “Non ho mai visto in vent’anni una tifoseria che con la squadra ultima in classifica e una sconfitta in una partita decisiva per la salvezza, all’uscita dal campo ti applaude. Hanno visto che abbiamo lottato su ogni pallone, e insieme a loro cercheremo di fare il miracolo”.

In chiusura l’ipotesi del ritiro: “Forse è arrivato il momento di smettere, ma prima voglio festeggiare la salvezza con il Verona”.

Luca Toni è nato a Pavullo nel Frignano il 26 maggio 1977. In carriera ha vinto un campionato italiano di Serie B (Palermo: 2003-2004), una Coppa di Lega tedesca (Bayern Monaco: 2007), un Campionato tedesco (Bayern Monaco: 2007-2008), una Coppa di Germania (Bayern Monaco: 2007-2008) e, ovviamente, il Mondiale di calcio 2006 con la nazionale italiana di Marcello Lippi.