Basta osservare il logo, identico al “title sponsor” BNL – Banca del Gruppo BNP Paribas col nome del torneo aggiunto, per constatare quanto l’intesa fra le due parti abbia avuto un ruolo determinante anche nella realizzazione degli Internazionali BNL d’Italia 2016.

PROMOTORE DELLA DISCIPLINA – Rinnovato l’accordo per il decimo anno, il grande gruppo bancario punta fortemente sul tennis internazionale. Una strategia che si protrae da oltre 40 anni, riguardante altri storici eventi quali il Roland Garros, lo storico trofeo del Grande Slam, i Masters 1000 di Indian Wells, Montecarlo e Parigi-Bercy. Impossibile poi dimenticare i principali tornei a squadre nazionali come la Davis Cup e la Fed Cup.

ARRIVA LA GUEST STAR - Nell’appuntamento capitolino un gradito ospite di questa edizione sarà John McEnroe, che guiderà i tifosi selezionati di “We Are Tennis Fan Academy”, progetto internazionale promosso dal Gruppo BNP Paribas e lanciato in Italia a novembre da BNL attraverso We Are Tennis, la community social dedicata agli appassionati dello sport in tutto il mondo. I fortunati selezionati hanno dimostrato la loro motivazione ed energia mediante dei video e trasmetteranno ulteriore entusiasmo al Foro Italico, già portato a eccellenti livelli dai giocatori iscritti. A comporre la categoria maschile Novak Djokovic, bi-campione in carica e deciso a confermare la recente egemonia, compito reso più difficile dagli eccellenti sfidanti, in primis Rafael Nadal, avversario durissimo da sconfiggere sulla terra rossa.

PRONOSTICI INCERTI - Presenti inoltre Roger Federer, probabilmente il talento che ancora oggi vanta il maggior numero di tifosi, ed Andy Murray, oltre a numerosi outsider, tra cui Fabio Fognini. Delle donne Serena Williams è il nome più di spicco, alla ricerca del quarto trionfo dopo le annate 2002, 2013 e 2014. Antagoniste principali la regina d’Australia Angelique Kerber, Garbine Muguruza, Simona Halep, Carla Suarez Navarro, finalista la scorsa edizione, nonché le “nostre” Roberta Vinci, entrata nella top 10 WTA, e Sara Errani, giunta all’atto conclusivo due anni fa.