Pareggio rocambolesco quello tra Livorno ed Inter nella gara valevole per la 31.a giornata di Serie A (leggi qui la cronaca del match): i nerazzurri hanno chiuso la prima frazione di gioco forti del doppio vantaggio firmato Hernanes-Palacio ma nella seconda frazione si sono fatti raggiungere con i gol prima di Paulinho, poi di Emeghara che ha sfruttato un errore clamoroso di Guarin. Il centrocampista colombiano (foto by Infophoto) è assolutamente il protagonista in negativo della serata per gli uomini di Mazzarri: subentrato nel corso della ripresa al posto di un buon Hernanes, ha fornito una prova senza acuti con l’aggravante di regalare il pallone agli avversari in occasione del gol del pareggio. La difesa ha giocato una buona partita macchiata però dall’errore di Samuel che ha permesso a Paulinho di battere indisturbato a rete per il gol della speranza amaranto. Kuzmanovic, scelto da Mazzarri al posto di Cambiasso, ha svolto il suo compitino senza particolari problemi mentre Hernanes ha fornito una delle sue migliori prestazioni da quando veste la maglia nerazzurra. Palacio (leggi qui i dettagli del suo rinnovo del contratto con i nerazzurri) si è dimostrato il solito giocatore che ogni allenatore vorrebbe avere a disposizione per freddezza sotto porta e sacrificio in fase difensiva. Icardi invece ha vissuto una serata incolore: poco servito dai compagni ha la colpa di mangiarsi il gol che avrebbe potuto chiudere in maniera definitiva la partita. Il Livorno ha giocato una partita di cuore e volontà sapendo sfruttare al meglio i regali della squadra nerazzurra: Paulinho ha realizzato un gol stupendo ed ha lottato contro la difesa avversaria per tutto l’arco del match. Partita non facile per il direttore di gara Calvarese reo di non aver sanzionato un possibile contatto in area di rigore livornese con Mesbah che spinge Palacio disinteressandosi del pallone.

Pagelle Inter:

HANDANOVIC 6: incolpevole in occasione dei gol presi; per il resto vive una serata senza particolari affanni.

ROLANDO 6.5: il migliore del reparto arretrato: preciso ed ordinato non disdegna qualche sortita offensiva.

SAMUEL 5: partita buona, è lui però che perde Paulinho in occasione del gol che riapre la partita: errore imperdonabile.

JUAN JESUS 6: si limita a svolgere il compitino assegnatogli.

JONATHAN 6.5: altra buona partita per il laterale brasiliano; spinge in continuazione fornendo l’assist per il gol di Palacio.

(ZANETTI S.V.)

HERNANES 7: la sua migliore prestazione in maglia nerazzurra: segna il gol del vantaggio interista, sempre pericoloso sforna ottime giocate. Sostituito in maniera troppo affrettata.

(GUARIN 4: il centrocampista colombiano è protagonista di buone giocate ma la sua ingenuità in occasione del gol che regala il pari ai padroni di casa è una macchia indelebile nella storia della partita)

KUZMANOVIC 6: tornato titolare al posto di Cambiasso si limita ad aiutare il reparto arretrato senza provare mai l’affondo.

D’AMBROSIO 5: troppo timido in proiezione offensiva, sembra ancora fuori dai meccanismi di gioco dei nerazzurri.

ALVAREZ 6: per lui sempre il solito problema: manca di continuità nel corso della partita. Effettua buone giocate intervallate da pause troppo lunghe.

(BOTTA S.V.)

PALACIO 7: segna il gol che vale il momentaneo doppio vantaggio nerazzurro. Sempre pericoloso, aiuta la squadra anche in fase difensiva. Semplicemente indispensabile.

ICARDI 5: Maurito” riceve pochi palloni giocabili ma, a differenza delle ultime partite, si propone poco ed ha la colpa di divorarsi il gol che avrebbe potuto chiudere i giochi.

ALL. MAZZARRI 6: la squadra non è brillante ma si porta in vantaggio non rischiando praticamente mai in difesa. I gol del Livorno sono errori individuali non imputabili al sistema di gioco della squadra. Forse l’unica colpa è quella di sostituire Hernanes (uno dei migliori in campo).

Pagelle Livorno: Bardi 7; Valentini 5.5; Emerson 6 (Duncan 5.5); Castellini 5; Mbaye 6; Benassi 6; Biagianti 5.5; Greco 5 (Siligardi S.V); Mesbah 5.5; Belfodil 5 (Emeghara 6.5); Paulinho 7. All. Di Carlo 6.

ARBITRO CALVARESE: 5