Quello di Marcello Lippi è uno dei nomi più ricorrenti che si allungano sulla traballante panchina di Rudi Garcia. Radiomercato ha offerto il nome dell’ex commissario tecnico della Nazionale quale successore del francese nel caso l’ex Lille fallisse l’approdoagli ottavi di Champions League.

Marcello Lippi traghettatore giallorosso fino a fine stagione per poi dare spazio ad un altro big? Ipotesi rispedita al mittente dall’ex allenatore della Juventus.

“Non parlo di una squadra in cui sta lavorando molto bene un professionista, un mio collega. Mi rifiuto categoricamente”, le parole di Lippi a margine dell’intervento in occasione della presentazione dello spot “Rispetta le regole, Vinci la Vita”, che si è svolta al Viminale.

“Non è assolutamente giusto che parli di questa ipotesi”, ha insistito Lippi, che ha dunque dribblato l’argomento.

Quello che è vero, però, è che il tecnico toscano ha voglia di rimettersi in gioco, a dispetto di quanto trapelato qualche mese fa.

“Da quando sono tornato dalla Cina è cambiato il mio stato d’animo”, ha raccontato Lippi “Credevo di non avere più voglia di calcio e invece era qualcosa di ben diverso. Non è che non avevo più voglia di calcio. Non desideravo più fare la vita che facevo da allenatore del Guangzhou Evergrande, ovvero tornare a caso solo ognicinque o sei mesi”.

Lippi ieri ha dichiarato di aver voglia di tornare ad allenare, non necessariamente un club che lotta per lo scudetto. “Ho voglia di panchina, ma vincere un altro titolo non mi interessa”. D’altronde Lippi ha vinto con il club cinese quattro titoli in tre anni: tre scudetti ed una coppa di Cina.