Alejandro Valverde conquista la sua quarta Liegi-Bastogne-Liegi. Tagliato il traguardo, una dedica speciale a Michele Scarponi.

Volata vincente

Con uno spettacolare sprint finale, lo spagnolo ha staccato tutti gli avversari. E conseguito il trionfo ha rivolto le braccia al cielo per ricordare l’Aquila di Filottrano, scomparso tragicamente ieri. Rispettivamente secondo e terzo l’irlandese Daniel Martin e il polacco Michael Kwiatkowski. Ad accendere la gara un grande attacco di Davide Formolo sul Saint Nicolas, in cima alla quale ha scollinato con 9 secondi di vantaggio. L’italiano è stato raggiunto dal gruppo di inseguitori a 300 metri dal traguardo.

Valverde: “Dedico la vittoria a Scarponi”

Valverde raggiunge Moreno Argentin nella classifica di tutti i tempi, con un successo in meno rispetto al leader assoluto Eddy Mercx con 5.“Prima di tutto voglio dire che questa vittoria è dedicata a Michele - ha dichiarato dopo la gara -. Era un mio grande amico ed è stata una vera disgrazia. Voglio ribadire che il premio per la vittoria va alla sua famiglia. Quando ho saputo ieri di questa disgrazia sono stato malissimo. Mancherà a tutti noi, appassionati e ciclisti. A tutto il mondo del ciclismo in generale. Condoglianze più sentite a tutta la famiglia”. Poi ringrazia il team: “Anche oggi una corsa incredibile e un gran lavoro della squadra. Io ho attaccato forte nel finale e sono riuscito a vincere. È stata una settimana perfetta per me, abbiamo lavorato molto bene alla Freccia e anche oggi. Martin è partito molto forte, io ho aspettato poi l’ho ripreso in cima per superarlo in volata.

Ordine d’arrivo

1. Alejandro VALVERDE (Spa-Movistar) 258 km in 6.24’27’’; 2. D. Martin (Irl); 3. Kwiatkowski (Pol) a 3’’; 4. Matthews (Aus); 5. J. Izagirre (Spa); 6. Bardet (Fra); 7. Albasini (Svi); 8. A. Yates (Gb) a 7’’; 9. Woods (Can); 10. Majka (Pol); 11. Van Avermaet (Bel); 12. Pozzovivo; 13. S. Henao (Col); 14. Rui Costa (Por) a 10’’; 15. Fuglsang (Dan); 23. Formolo a 14”.