Sunderland-Leicester 0-2. Nella ripresa del match è James Vardy a piegare le resistenze del Sunderland, con una doppietta che regala a Ranieri e le Foxes tre punti fondamentali nella corsa al titolo di campione d’Inghilterra. In attesa di Tottenham-Manchester United, infatti, la squadra del tecnico italiano si è portata a +10 sugli Spurs.

Gara complicata per il Leicester, che aveva a che fare con una squadra terz’ultima in classifica e che si sta giocando in maniera disperata le ultime chances salvezza.

Nei primi 45′ sono poche le occasioni da rete. Da segnalare solo le proteste degli ospiti per un presunto fallo in area di rigore subito da Okazaki. Dall’altra parte, Schmeichel è bravo a salvare di piede, à la Garella, su un diagonale di Borini.

Mahrez si vede poco, Vardy resta senza assistenza e la capolista finisce per fare poco o nulla lì davanti. I biancorossi di casa finiscono per avere buon gioco anche grazie a tanto movimento.

Dinamicità che il Sunderland pagherà nella ripresa, quando subirà un vistoso calo atletico. Il Leicester è cinico e sa approfittarne. Al minuto 21 lancio lungo di Drinkwater che trova la difesa del Sunderland scoperta. Pallone per Vardy, bravo ad addomesticare la sfera e battere Mannone in uscita.

Rodwell ha l’occasione per il pari, ma il suo destro, sparato in solitudine davanti a Schmeichel, è clamorosamente alto per il sospiro di sollievo delle Foxes.

Vardy potrebbe raddoppiare in pieno recupero, ma Mannone è bravo ad opporsi alla deviazione ravvicinata. James però è implacabile sull’ultima azione del match: ancora contropiede, dribbling su difensore e portiere e palla depositata in gol per il 2-0 che fa scoppiare Ranieri in lacrime. A 5 giornate dalla fine il titolo è sempre più vicino. Una favola sempre più vicina a diventare realtà.