La Lega Pro ha annunciato i gironi per la prossima stagione sportiva, ma all’appello mancano ancora quattro squadre.

Fare i gironi senza avere le formazioni, si può. Lo insegnano a Firenze, sede della terza lega nazionale, dove sono stati delineati i tre gironi della Lega Pro 2015 rispettando, come da consuetudine, criteri geografici.

Lega Pro, caccia a x, y, w e

E dunque, tre gironi e quattro punti interrogativi, chiamati per ora con quattro lettere differenti: le caselle vuote corrispondono ad una “x” nel girone A, una “y” nel B, una “w” e una “z” nel C.

Si tratta dei posti lasciati liberi dal Castiglione, che ha rinunciato, e da quelle squadre in attesa di giudizio per i processi pendenti dinanzi alla giustizia sportiva: Catania, Ascoli e Savona.

Il commissario straordinario della Lega Pro, Tommaso Miele: “I gironi sono stati definiti sulla base di un criterio prettamente geografico con alcuni correttivi fondati su valutazioni di tipo logistico e infrastrutturale”.

Ballano Catania, Ascoli e Savona

Questi i gironi
GIRONE A — Albinoleffe, Alessandria, Bassano V, Cittadella, Cremonese, Cuneo, Feralpisalo’, Giana E., Lumezzane, Mantova, Padova, Pavia, Pordenone, Pro Piacenza, Reggiana, Renate, Sudtirol, X.

GIRONE B — Ancona, Arezzo, Carrarese, L’Aquila, Lucchese, Lupa Roma, Maceratese, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Prato, Rimini, Robur Siena, Spal, Santarcangelo, Torres, Tuttocuoio, Y.

GIRONE C — Akragas, Benevento, Casertana, Catanzaro, Cosenza, Fidelis Andria, Foggia, Ischia Isolaverde, Juve Stabia, Lecce, Lupa Castelli Romani, Martina Franca, Matera, Melfi, Paganese, Vigor Lamezia, W, Z.