È giunto a -3 giorni il countdown per quanto riguarda Lazio-Roma, il derby che un tempo infiammava i cuori della Capitale (inevitabilmente spaccata in quattro colori, ovviamente il giallo, il rosso, il bianco e l’azzurro) e, parallelamente, di tutti gli appassionati di calcio che vedevano comunque nella stracittadina romana il motivo e l’occasione di un match e di una sfida al cardiopalma. Un po’ d’antan, se si vuole, con quello spirito da stracittadina, appunto, che nella nostra Serie A non si è mai definitivamente smarrito.

Ecco. Un tempo, perché il boicottaggio delle tifoserie di entrambe le fazioni sta un po’ annacquando l’interesse per questa sfida straordinaria. Poi, magari, domenica pomeriggio il coinvolgimento dell’Olimpico si rinfocolerà di nuovo e vedremo e sentiremo cori e coreografie cantare e danzare al ritmo del pallone. Intanto, l’unico interesse più sentito sembrerebbe quello per alcuni protagonisti del derby che risultano contemporaneamente anche protagonisti dell’imminente mercato estivo.

Voci infatti, non confermate ma sempre più insistenti, darebbero in uscita da Lazio e Roma fior di giocatori quali, rispettivamente, Candreva, Biglia e Felipe Anderson da una parte e Pjanic, Manolas e Nainggolan dall’altra. Molti i club alla finestra, comunque, per questo sestetto delle meraviglie. E tanti tra i più prestigiosi e facoltosi, vista la caratura di cotali nomi. Elemento e motivo, se si vuole, di ulteriore allontanamento nei rapporti tra società e tifosi.

Sul fronte laziale, colui che paradossalmente potrebbe rimanere in biancoazzurro è Felipe Anderson le cui quotazioni sono improvvisamente scese dopo una stagione di sicuro non all’altezza del livello del brasiliano, mentre per Biglia si prevede un futuro a Manchester (sponda United) o a Madrid (sponda blanca) e per Candreva un destino milanese, poiché sembra che si stia preparando un’asta all’orizzonte tra Inter e Milan.

Per quanto riguarda la situazione giallorossa, sarà difficile trattenere il difensore greco che piace tantissimo al Chelsea e per il quale si farebbe già il nome del sostituto, Martin Caceres, e i due centrocampisti, Pjanic, che praticamente piace a tutta Europa, e Nainggolan che, ugualmente, strappa consensi e gradimenti sul piano internazionale, in Francia (Psg), Spagna (Barcellona) e Inghilterra (Chelsea).