La vigilia del delicatissimo derby Lazio-Roma è funestata dalle notizie provenienti dalle forze di polizia. Attorno alle 16.30, un’ora e mezza prima del fischio d’inizio, due tifosi giallorossi sono stati accoltellati all’addome all’incrocio tra lungotevere Thaon de Revel e via Roma. I due ragazzi sono stati immediatamente tradotti dal pronto soccorso del policlinico Gemelli in codice rosso: non ci sono ulteriori notizie sulle loro condizioni, ma da quanto trapelato i due non sarebbero in pericolo di vita. Poco prima dell’episodio, sempre sul lungotevere si sono registrati scontri tra le tifoserie giallorossa e biancazzurra, con un fitto lancio di fumogeni e pietre da parte di entrambe le fazioni. La tensione è proseguita nei pressi dello stadio Olimpico, dove un gruppo formato da un centinaio di ultras romanisti è venuto a contatto con le forze dell’ordine: fortunatamente, nonostante il lancio di bottiglie verso i poliziotti, non si è arrivati a un vero e proprio scontro.

Nel frattempo, si sono concretizzati i timori di chi aveva considerato una follia, dal punto di vista della circolazione stradale, la decisione di spostare il derby alle 18 di un lunedì lavorativo. Come ampiamente prevedibile, il traffico della capitale è letteralmente impazzito, anche perché molte strade nella zona nord di Roma sono state chiuse a partire dalle 15, con le ovvie ripercussioni sulla circolazione delle auto in tutta la città. Dulcis in fundo, la tangenziale est è stata trasformata in un parcheggio, con macchine ferme addirittura sulle rampe di accesso.