Lazio-Napoli 0-2, gli azzurri conservano il primato grazie alla vittoria a spese della squadra di Pioli firmata Higuain e Callejon.

Sarri schiera Maggio e David Lopez al posto degli squalificati Hysaj e Allan, Sarri tiene a riposo anche Ghoulam per fare posto a Strinic.Per il resto è il solito Napoli, con il classico tridente Insigne-Higuain-Callejon.

La Lazio, tra squalificati ed infortunati, è priva di dieci elementi. Pioli manda in campo Marchetti in porta Basta, Mauricio, Hoedt e Konko in difesa con Lulic, Onazi e Parolo a centrocampo e Candreva, Klose e Felipe Anderson a formare il trio d’attacco.

L’inizio non è dei più brillanti per gli azzurri (per l’occasione in casacca rossa) che soffrono sulle fasce un po’ per il dinamismo di Candreva e Felipe Anderson, un po’ perché Maggio e Strinic stentano ad entrare in partita.

Quello della Lazio è però un fuoco di paglia. Higuain sfiora il gol al 6′ su erroraccio di Basta, poi al 23′ colpisce.

Callejon guadagna il fondo, crossa rasoterra per il Pipita che prima spara addosso a Marchetti ma poi è fortunato quando il rimpallo finisce in rete. 1-0.

Tre minuti ed è tempo di raddoppio. Preciso lancio lungo di Insigne (proprio sotto gli occhi di Conte), lo spagnolo scatta sul filo del fuorigioco e beffa Marchetti in uscita con un fantastico pallonetto.

La squadra di Sarri ora gioca in scioltezza facendo girare palla ed anche Maggio e Strinic dimostrano di essersi tolta la ruggine accumulata con troppa panchina.

Le occasioni latitano, ma il Napoli è in controllo su una Lazio che corre a vuoto. I biancocelesti, già in formazione ultrarimaneggiata, perdono pure Candreva, sostituito da Keita che risluterà il migliore tra i capitolini.

Nella ripresa piovono cori contro Napoli ed ululati verso Koulibaly. L’arbitro prende una decisione storica e sospende il match. La gara riprende dopo tre minuti.

Nel finale la Lazio ci prova soprattutto con le azioni individuali di Keita, ma a parte qualche scompiglio in area, Reina non corre pericoli. Si arriva così al triplice fischio. Il Napoli coglie la settima vittoria consecutiva e conserva il primato.