Lazio-Milan 1-1 con gol di Biglia e Suso. I biancocelesti sono passati in vantaggio alla fine del primo tempo, i rossoneri agguantano il pari nel finale con Suso. Tanti i rimpianti per Simone Inzaghi perché i capitolini, pur raccogliendo tante occasioni, hanno sempre fallito l’appuntamento col raddoppio pagandone le conseguenze.

La Lazio parte a tambur battente. Occasioni per Keita, Immobile e Felipe nderson nella prima mezz’ora. La più clamorosa arriva al minuto 28: calcio d’angolo di Biglia, Milinkovic Savic serve ad Hoedt un pallone che va spinta in rete perché la conclusione è dall’area piccola, ma il tiro viene deviato da Donnarumma. Da lì arriva il contropiede con conclusione di Ocampos parata da Strakosha.

Al 45′ il rigore per la Lazio. Immobile si lascia travolgere da Donnarumma in uscita, il direttore di gara propende per il penalty e dagli 11 metri Biglia porta in vantaggio i suoi.

Nella ripresa la musica non cambia. La Lazio è in controllo del match, il Milan pare confuso così come la sua giovane stella, Locatelli, che non illumina e viene per questo sostituito da Sosa quando il cronometro segna il minuto 8.

L’attesa svolta, non arriva. Ma, come spesso accade nel calcio, quando una squadra non chiude i conti finisce per farsi beffare. Così è per la LAzio, che al minuto 40 prende il gol del pareggio.

Ad inventarlo è Suso che in area di rigore fa fuori due avversari e poi beffa Strakosha con un tiro a giro. Sarà l’1-1 che chiuderà il match. Per i rossoneri un punto che allunga la mini-striscia positiva, alla Lazio restano i rimpianti.