Crisi nera alla Lazio. Reduce dalla eliminazione dalla Champions League e dalla pesante sconfitta di Verona contro il Chievo, i biancocelesti ora fanno i conti con tensioni nello spogliatoio. Nel corso dell’allenamento di ieri, lite furiosa tra Radu e Braafhied che ha rischiato di sfociare in una rissa.

I due sono stati divisi dai compagni prima che le cose si mettessero peggio. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, alla base del diverbio ci sarebbe la concorrenza per un posto da titolare come terzino sinistro.

Il club ha deciso, in ogni caso, di non procedere a provvedimenti disciplinari verso Stefan Radu ed Edson Braafhied. Il caso va verso la rapida archiviazione, ma certo è un episodio di cui la Lazio avrebbe fatto molto volentieri a meno.

Buone notizie giungono invece dall’infermeria, dove De Vrij può tirare un sospiro di sollievo perchè il suo infortunio al ginocchio sinistro è meno grave del previsto.

E’ stato scongiurato il pericolo di una lesione al menisco, ma il calciatore olandese dovrà quasi certamente saltare la partita con l’Udinese. Attualmente la sua gamba sinistra è coperta da una vistosa fasciatura che giunge fino al polpaccio.

L’ortopedico della Lazio, Stefano Lovati, ha speso dichiarazioni non molto tenere nei confronti dello staff medico dell’Olanda, che ha dato il via libera per l’impiego di De Vrij nella partita contro la Turchia (match nel quale Stefan ha accusato la fitta al ginocchio che lo ha costretto a lasciare alla fine del primo tempo).

“Stefan De Vrij non era nelle condizioni per giocare contro la Turchia. Difficile che possa giocare contro l’Udinese. Ora faremo altri controlli”.