Dopo essere stata eliminata dalla Roma ai quarti di finale di Coppa Italia, la Juventus si rituffa nel campionato. Questa sera i bianconeri sono ospiti della Lazio. In serie A, la Vecchia Signora arriva da dodici vittorie consecutive. Una marcia mostruosa. Contro i biancocelesti la squadra di Conte, capolista, cerca la tredicesima vittoria consecutiva per mantenere quantomeno invariato il distacco dalla seconda, la Roma (8 punti) e dalla terza, il Napoli (12 punti). La Lazio cercherà di impedirglielo in ogni modo. Da quando Reja siede sulla panchina della squadra capitolina, i biancocelesti hanno raccolto 7 punti in tre partite frutto di due vittorie (Inter e Udinese) intervallate da un pareggio (Bologna). In campionato, nelle ultime stagioni, la Juventus ha sempre avuto la meglio sulla Lazio all’Olimpico. Nel 2009/2010 la Vecchia Signora si impose 2-0 con reti di Caceres e Trezeguet. La stagione successiva fu Pepe a permettere ai bianconeri di vincere 1-0 e di espugnare l’impianto capitolino. Nel 2011/2012 con Conte sulla panchina, il numero sette si ripete e i bianconeri trionfano ancora 1-0. Nello scorso campionato la Juve sconfigge i biancocelesti 2-0 con una magnifica doppietta di Vidal. Nella passata edizione di Coppa Italia la Lazio supera la Juve 2-1 con reti di Gonzalez, Vidal e Floccari. Questo trionfo nella semifinale di ritorno apre ai biancocelesti le porte della finalissima poi vinta contro la Roma. Le due compagini si sono affrontate anche nell’ultima Supercoppa Italiana, giocata all’Olimpico lo scorso 18 agosto. La Vecchia Signora si impone 4-0 con gol di Pogba, Chiellini, Lichsteiner e Tevez. In questa serie A la sfida di andata termina 4-1 per i campioni d’Italia per i quali vanno a segno Vidal con una doppietta, Vucinic e Tevez. Il gol laziale porta la firma di Klose.

Conte, che deve fare a meno del solo Chiellini squalificato, decide di non convocare Vucinic e pare orientato a schierare il suo solito 3-5-2. Davanti a Buffon dovrebbero scendere in campo Barzagli, Bonucci e Ogbonna. Sulle corsie laterali dovrebbero tornare Lichtsteiner e Asamoah, mentre nel cuore del centrocampo l’unico certo di essere nell’undici titolare pare Pogba. Vidal, Pirlo e Marchisio si giocheranno gli altri due posti. Conte sa che il cileno è diffidato e non vorrebbe perderlo per la sfida contro l’Inter, pare comunque orientato a schierarlo titolare anche questa sera.  Pirlo invece è apparso un po’ stanco. Si aprirebbe così per Marchisio la possibilità di scendere in campo dal primo minuto. Il tecnico bianconero scioglierà anche questo enigma. In attacco dovrebbero tornare titolari Tevez e Llorente. Reja, che non può disporre di Radu, Alfaro ed Ederson indisponibili e di Lulic, Mauri e Onazi squalificati, potrebbe schierare la Lazio con il 3-4-1-2. Tra i pali dovrebbe esserci Marchetti. La difesa potrebbe essere composta da Biava, Cana (favorito) o Ciani e Dias. Davanti a loro il tecnico friulano fatica a trovare soluzioni a causa delle varie assenze. Sulla destra dovrebbe esserci Cavanda. In mezzo potrebbero giocare Ledesma e Biglia. A sinistra dovrebbe essere schierato Konko che pare avere recuperato. I due trequartisti dovrebbero essere Candreva e Hernanes, ma attenzione al possibile inserimento di Felipe Anderson. Davanti a loro ci sarà Klose. Dirige la gara l’arbitro Massa della sezione d’Imperia.

Lazio (3-4-2-1): Marchetti, Biava, Cana, Dias, Cavanda, Biglia, Ledesma, Konko, Candreva, Hernanes, Klose. All. Reja

Juventus (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Ogbonna, Lichtsteiner, Vidal, Marchisio, Pogba, Asamoah, Tevez, Llorente. All. Conte