Alta tensione alla Lazio. Ieri durante l’allenamento, nel quinto giorno di ritiro ad Auronzo di Cadore, è scoppiata una rissa tra Felipe Anderson ed Hoedt. Tutto è nato da una entrataccia del difensore olandese ai danni dell’attaccante, che ha reagito scaglaindosi contro il compagno di squadra.

A prendere le difese del brasiliano è arrivato il connazionale Wallace. A quel punto Simone Inzaghi ha spedito tutti negli spogliatoi, sospendendo l’allenamento. Felipe Anderson ha abbandonato il campo con una borsa del ghiaccio sul labbro, mostrando poi l’ecchimosi in una foto postata su Instagram.

Come se non bastasse, Immobile ha scagliato rabbiosamente un pallone in tribuna, non colpendo nessuno dei tifosi presenti. Supporters che solo pochi minuti prima avevano inscenato una protesta nei confronti di Lucas Biglia. “Capitano indegno, vattene a Milano”, l’invito rivolto al centrocampista argentino.

Biglia è sempre più vicino al club rossonero. Lotito continua a tenere duro sulle sue richieste e non è intenzionato a scendere sotto i 20 milioni, il Milan potrebbe accontentarlo mettendo sul piatto 17,5 milioni più bonus. Il centrocampista potrebbe firmare iun triennale con opzione per il quarto a 3,5 milioni a stagione.

Intanto, dopo la cessione di Bonucci al Milan, la Juventus potrebbe fiondarsi su de Vrij, altro elemento che potrebbe turnare un ambiente già ad alta tensione.