La sfida della 17a giornata della Serie A Lazio-Fiorentina è finita 3-1 per i padroni di casa, che superano in classifica proprio la viola e s’installano al terzo posto. Una prova di maturità da parte del club capitolino, sempre più ormai in pianta stabile nelle zone nobili della classifica.

Lazio-Fiorentina, la gara

La sfida dello stadio Olimpico di Roma ha sancito che la truppa di Simone Inzaghi batte ha superato in classifica anche il Milan, agganciando il Napoli al gradino più basso del podio ad un solo punto dalla Roma. Piena zona Champions, insomma, per dei sogni che ormai nessuno vuole abdicare. Mercoledì, ora, sfida a San Siro contro l’Inter. Dall’altra parte, però, c’è un Paulo Sousa che non è mai stato così in bilico. Apre le marcature Keita al 23’: il suo quinto gol stagionale è un destro che supera Tatarusanu. In pieno recupero Tomovic frana addosso a Milinkovic Savic, Biglia dal dischetto firma il 2-0. Ilicic sbaglia un rigore ad inizio ripresa, mentre è l’ex Mauro Zarate a riaprire la gara al 19’, prima del definitivo 3-1 a firma Radu.

Il tabellino della gara

FIORENTINA-LAZIO 3-1 (2-0)
LAZIO (3-5-2): Marchetti; Bastos, De Vrij, Radu; Felipe Anderson (32′ st Wallace), Cataldi (39′ st Murgia), Biglia, Milinkovic-Savic, Lulic; Immobile, Keita (23′ st Kishna). (Strakosha, Vargic, Basta, Patric, Hoedt, Lukaku, Lombardi, Luis Alberto, Rossi). All. Simone Inzaghi
FIORENTINA (4-2-3-1): Tatarusanu; Tomovic (1′ st Cristoforo), De Maio, Astori, Olivera; Sanchez, Vecino; Tello (35′ st Chiesa), Ilicic (14′ st Zarate), Bernardeschi; Kalinic. (Lezzerini, Dragowski, Diks, Milic, Maistro, Perez, Babacar). All. Paulo Sousa
MARCATORI: 23′ Keita, 46′ pt (rig.) Biglia; 19′ Zarate (F), 45′ st Radu
ARBITRO: Irrati di Pistoia
NOTE: serata fredda, terreno in ottime condizioni. Ammoniti: Tomovic, Olivera, Bastos, Bernardeschi, Astori, Sanchez. Angoli: 5-5. Recupero: 3′; 4′.