La Lazio supera il Dnipro 3-1 e vola ai sedicesimi di Europa League come prima in classifica del proprio girone.

Buona prova degli uomini di Pioli, il quale rivoluziona la squadra rispetto a quella che ha impattato contro il Palermo, schierando nove uomini differenti.

Lazio-Dnipro, la cronaca

I biancocelesti ci mettono molto poco a passare in vantaggio. Al 4′ il tecnico dei capitolini può già esultare perché Parolo pesca il filtrante giusto per Candreva che si infila tra la lenta retroguardia ospite e a tu per tu con Boyko non sbaglia.

E’ sempre la Lazio a tenere il pallino del gioco, il Dnipro ci prova con ripartenze rare e mai pericolose. Al minuto 32 Klose potrebbe fare 2-0, ma il tedescospara alto da buona posizione. Al 39′ colpo di testa di Gentiletti bloccato da Boyko.

Nella ripresa è ancora Lazio: ci prova Matri dalla distanza, poi il Dnipro (che punta esclusivmente sulla fisicità) giunge ad un pareggio che sa di beffa.

A realizzarlo è Bruno Gama con un diagonale rasoterra che sorprende Berisha. La reazione della Lazio è però veemente. Tre minuti dopo il pari, al 23′ i padroni di casa si prtano nuovamente in vantaggio, stavolta con Parolo. Tiro del centrocampista da fuori area, deviazione di Chygrynskiy e palla in rete.

Il tris è opera di Djordjevic che, subentrato a Matri, prende palla in area spalle alla porta, si gira e con un tiro à la Del Piero chiude i conti.

Lazio-Dnipro 3-1
Lazio: Berisha, Konko, Gentiletti, Mauricio, Radu; Parolo, Cataldi; Candreva, Matri (70′ Djordjevic), Klose (68′ Milinkovic-Savic), Kishna (81′ Lulic ).
Dnipro: Boyko; Fedetskyi (74′ Shakhov), Douglas, Gueye, Leo Matos; Chygrynshkiy; Mateus (41′ Anderson Pico), Bezos (57′ Zozulya), Danilo, Bruno Gama; Seleznyov.
Marcatori: Candreva (L), Bruno Gama (D), Parolo (L), Djordjevic (L)
Ammoniti: Radu (L), Parolo (L), Danilo (D), Leo Matos (D), Milinkovic-Savic (L)