Per un Dìez che se ne va (ma che Dìez però, Carlitos Tevez) ne deve arrivare un altro, degno di chi lo ha preceduto. L’assioma in casa Juventus con Conte aveva funzionato bene poiché la maglia bianconera più prestigiosa e ambita, la numero 10 appunto, eredità pesante di un passato recente, Alex Del Piero, Roberto Baggio, e meno recente, roi Michel Platini, è stata indossata più che dignotosamente da Tevez il quale ha rimpiazzato in qualche bel modo per due stagioni l’incolmabile assenza di Pinturicchio. Il carisma, la fame, l’orgoglio e la irrefrenabile voglia di vincere di Carlitos, testimoniata da 50 reti su un totale di 96 presenze in bianconero, hanno rinverdito l’onore di tale maglia ma ora è già tempo di un nuovo candidato e Massimiliano Allegri è seriamente intenzionato a proseguire la tradizione poiché vuole, anzi pretende un trequartista per il suo modulo prediletto, il 4-3-1-2.

A voler essere ancora più precisi c’è in Allegri il desiderio e ancor più la volontà di acquistare un giocatore che come Tevez non sia solo e semplicemente trequartista ma svari su più zone del campo fungendo da seconda punta, esterno anche con mansioni di copertura all’occorrenza. Il nome individuato dal tecnico livornese è Oscar del Chelsea sul quale però Abramovich ha già sparato grosso: 40 milioni, avendone pagati 25 all’International, ma solo nel 2012 quando Oscar  non aveva ancora dimostrato nulla.

In realtà i Blues non più di qualche settimana fa avevano avanzato una proposta per giungere a Pogba inserendo proprio il fantasista brasiliano, snobbata dall’entourage dirigenziale bianconero, più propenso ad ascoltare la campana catalana fatta risuonare da Braida che lo porterebbe a Barcellona tra un anno a suon di milioni. La trattativa per Oscar dunque va inquadrata singolarmente, senza contropartite e l’offerta alla quale rimane ancorata per ora la Juventus è 28 milioni più eventuali bonus. Considerando il fatto che Mourinho non abbia ritenuto il giocatore incedibile, sono pronosticabili ampi margini di trattativa, chiaramente venendosi incontro sul prezzo.