Ripresosi dallo spavento notturno per l’incidente avvenuto lungo le arterie della rete stradale torinese con la sua Ferrari, Martin Caceres era pronto già in mattinata a riprendere come di consueto la sessione di allenamenti ma l’avventura nottetempo per le strade di Torino costa caro al difensore della Juventus che dopo l’accaduto è stato messo fuori rosa dalla società.

Il club bianconero ha confermato l’esclusione temporanea dall’organico attraverso un comunicato ufficiale apparso nel sito della Juventus, nel quale si legge: “Martin Caceres è temporaneamente escluso dall’attività agonistica della prima squadra“. Ovviamente, più che l’incidente in sé, nel quale il giocatore non ha fortunatamente riportato lesioni uscendo dall’abitacolo della vettura incolume dopo lo schianto, a rendere così severa la disposizione sono stati il ritiro della patente e del mezzo in conseguenza del tasso alcolemico più elevato del consentito.

Perentorio e insindacabile il resto del comunicato in proposito: “Il comportamento tenuto da Martin Caceres nella notte tra il 28 ed il 29 settembre rappresenta una grave violazione degli impegni assunti nei confronti della Juventus, oltre a ledere l’immagine della nostra Società. Juventus, pertanto, applicherà al calciatore i provvedimenti disciplinari della multa e dell’esclusione temporanea dall’attività agonistica della Prima Squadra“.

Motivazione ulteriore dell’azione presa dalla Juventus è il comportamento in qualche modo recidivo del difensore uruguaiano già incorso in questo genere di episodi quando nel marzo del 2013 con la sua Porsche Cayenne si scontrò con un’altra vettura all’incrocio tra corso Dante e via Nizza, sempre nel centro di Torino.