Il padre di Moise Kean si confessa in una intervista rilasciata a Tuttosport e spiega che il talentuoso figlio, primo 2000 ad andare in rete in serie A, rischia di andare via a parametro zero. Il motivo? Una promessa non mantenuta dal club bianconero.

“La Juventus ha offerto un contratto di 700mila euro a stagione, cosa che ci soddisfa. Il problema è che la società mi aveva promesso alcuni trattori per la mia azienda agricola in Costa d’Avorio. Ora dicono che si tratta di spesa fuori budget”, le parole di Kean senior.

“Ho diversi ettari di terreno in Costa d’Avorio che vorrei coltivare a riso e mais. Ho chiesto del materiale agricolo, all’inizio mi dissero che non ci sarebbero stati problemi, ora invece le cose sono cambiate…”.

Un problema un po’ sui generis per il mondo del calcio, che invece rischia di essere un ostacolo importante verso il rinnovo di un contratto che scade a febbario 2018.

Il padre di Kean ha parlato anche di Mino Raiola: “Lui dice di essere l’agente di mio figlio, in realtà non ho firmato nessuna procura. Anzi. Dipendesse da me sceglierei un altro”.