Kakà torna al Milan per la terza volta? L’ipotesi viaggia al confine tra l’assurdo e la fantascienza, ma è stato lo stesso brasiliano a rilanciarla, anche se solo in termini romantici, nel corso di un’intervista resa a FifaTv: “Un ritorno in rossonero? Non so, al momento sto bene negli States. Ho adorato giocare nel Milan e so che là ci sarà sempre una porta aperta per me, ma per ora sono felice in America“. Un’interpretazione scherzosa, ma fino a un certo punto, del processo mentale che ha condotto Kakà a immaginare un’altra carrambata a Milanello potrebbe essere la seguente: se al Milan hanno dato una seconda opportunità a gente come Boateng e Balotelli, figuriamoci se non ne darebbero una terza a me, che qualcosa in più di loro con questa maglia ho fatto.

In realtà, conoscendo bene l’arte diplomatica dell’indimenticato 22, ci sentiamo di affermare con certezza che quella non era altro che una sua classica risposta cortese ed educata, da gentiluomo qual è sempre stato. Nel corso della sua carriera, Kakà si è distinto per le sue dichiarazioni molto misurate, mai polemiche e sempre attente a non urtare la sensibilità dell’interlocutore, diretto (il giornalista) e soprattutto indiretto (colleghi e tifosi). La sua apertura a un terzo ritorno al Milan, molto semplicemente, era un modo per onorare una volta di più il club a cui più è stato legato nel corso della sua carriera, lanciando una carezza virtuale a una tifoseria che lo ha amato come pochi altri (e una volta, da quelle parti, di campioni ne transitavano parecchi).

Non ci sarà alcun Kakà-ter, ovviamente. Il Pallone d’Oro 2007 è concentrato sulla nuova stagione MLS, che prenderà il via il prossimo 6 marzo, sperando che sia più fortunata della precedente (nonostante le sue 9 reti in 21 partite, Orlando è rimasta fuori dai playoff). Ma non è detto che il futuro non possa non essere ancora rossonero: non come giocatore, ovviamente, e nemmeno come allenatore (non è interessato), ma come ambasciatore del club all’estero. Lo stile e la diplomazia, d’altra parte, non gli sono mai mancati.