Zaza non va al Wolfsburg. È quanto emerge dalle ultime indiscrezioni, secondo le quali il club tedesco ha virato su Mario Gomez.

ACCETTATA LA PARTENZA – L’attaccante italiano aveva fatto sapere attraverso il proprio entourage della disponibilità nel fare un sopralluogo in Germania, per conoscere la città e valutare le strutture della società. Dopo settimane di “no” categorici alla destinazione, il cambio di rotta pareva facilitare il mercato bianconero, con alcune operazioni in entrata da chiudere. A far cambiare idea al bomber azzurro l’aumentata concorrenza a Torino, con Higuain, Dybala e Mandzukic davanti a lui nelle gerarchie. In bilico pure la maglia della Nazionale.

A TUTTA SU GOMEZ – Veniva dato per fatto il trasferimento in Germania dell’ex Sassuolo, ma i “Lupi” hanno cambiato strategia, mettendo in cima agli obiettivi Mario Gomez, in uscita dalla Fiorentina. Una decisione presa direttamente dal Wolfsburg stesso. Un ruolo decisivo nella scelta i minori costi dell’operazione. Possibile trovare un accordo insieme a Pantaleo Corvino per una cifra vicina ai 7 milioni di euro, con il giocatore disposto a rinunciare anche ad alcune pendenze pur di agevolare la trattativa.

PERMANENZA IN ITALIA? - Fiorentina a un passo dunque dal liberarsi di un ingaggio pesante, a svantaggio della “Vecchia Signora”, le cui operazioni in entrata verrebbero ulteriormente stoppate. Prima di investire i bianconeri devono infatti fare cassa e i 25 milioni di Zaza avrebbero fatto comodo. Tutto cambia ora e resta da scoprire se alla fine sarà una diretta concorrente ad acquistare la punta. In passato si sono registrati dei timidi sondaggi di Milan, Roma e Napoli. Vari i motivi che hanno condotto, almeno momentaneamente, le tre società a desistere. Mentre la mancata cessione di Bacca tiene ancora in stand-by i rossoneri, la Roma non metterà a segno grandi operazioni prima di aver superato il preliminare di Champions. L’addio di Higuain è stato invece colto come uno smacco troppo difficile da accettare da De Laurentiis.