Il tecnico dello Zenit, Mircea Lucescu, è stato chiaro, subito dopo la partita contro la Lokomotiv Mosca: «Axel Witsel vuole andare via». La volontà del calciatore di cambiare aria dopo tre stagioni e mezzo a San Pietroburgo era palese da tempo, ma ora è arrivata persino l’ufficialità da parte del suo allenatore. Il centrocampista ha scelto: vuole la Juventus, vuole essere lui a completare un reparto orfano di Pogba, ma con dentro Pjanic e Pjaca, cercando di rifiutare la ricca offerta dell’Everton, pronto a fare davvero di tutto pur di averlo tra le proprie fila. L’ultima proposta degli inglesi, qualche giorno fa, è stata addirittura di 30 milioni di euro, una cifra altissima se consideriamo il fatto che Witsel è in scadenza di contratto.

La Juventus, infatti, non arriverà a offrire neanche minimamente quella somma, ma conta sulla volontà del calciatore che come detto, vuole i bianconeri più che mai. Per Allegri, quello di Witsel è il primo nome sulla lista per sostituire il partente Paul Pogba, considerando che gli altri obiettivi per completare il centrocampo nono sono facilmente raggiungibili: il Paris Saint-Germain chiede 40 milioni di euro per Blaise Matuidi, mentre Antonio Conte, neo-manager del Chelsea, ha ribadito più volte l’incedibilità di Nemanja Matic, considerato dall’allenatore italiano un vero e proprio pilastro del centrocampo dei blues. Eppure, proprio sul fronte del centrocampista serbo, potrebbe essersi aperto uno spiraglio importante: pare che Matic, nonostante i vari attestati di stima dell’ex commissario tecnico, abbia il timore di avere poco spazio nella prossima stagione, come conseguenza dell’acquisto di N’Golo Kanté.