Debutto casalingo per la Juventus di Max Allegri che ospita l’Udinese. Grande emozione per il tecnico toscano che, per la prima volta da allenatore dei bianconeri, siederà sulla panchina dello Stadium. Sensazioni particolari anche per il nuovo allenatore dei friulani, Stramaccioni, che fù il primo mister in grado di sbancare il nuovo tempio della Vecchia Signora. Accadde nel 2012-2013 quando, con la sua Inter, vinse 3-1. il tecnico romano è un tabù per Allegri che non è mai riuscito a sconfiggerlo: il bilancio parla di 2 vittorie di Strama e un pareggio. Nella prima giornata i Campioni d’Italia hanno superato 1-0 il Chievo al Bentegodi grazie a un’autorete di Biraghi. L’Udinese giunge dalla vittoria casalinga 2-0 contro l’Empoli arrivata con una doppietta di Di Natale. Entrambe le contendenti hanno, quindi, tre punti in classifica. Nella scorsa stagione, allo Stadium, i Campioni d’Italia faticarono parecchio ad avere la meglio sui friulani e vi riuscirono solo negli ultimi minuti del match grazie a una zampata di Llorente che risolse la pratica.

Allegri deve rinunciare a giocatori importanti: gli indisponibili Pirlo, Marrone, Vidal e lo squalificato Chiellini. Tornano tra i convocati Barzagli e Morata che sono ormai recuperati dai loro infortuni (foto by Infophoto). Il tecnico toscano dovrebbe affidarsi all’usato sicuro, il 3-5-2. Tra i pali ci sarà Buffon. La difesa dovrebbe essere composta da Caceres, Bonucci e Ogbonna. Sull’out di destra potrebbe agire Lichtsteiner, su quello di sinistra Evra al suo debutto nella nostra massima categoria. Asamoah rientrato giovedì dagli impegni con la nazionale ghanese dovrebbe partire dalla panchina. Nel cuore del centrocampo spazio a Pereyra (fino alla scorsa stagione vestiva la maglia dell’Udinese, attenzione alla possibile candidatura di Romulo ), Marchisio (che agirà da vice Pirlo) e Pogba. In attacco ci sarà Llorente che dovrebbe essere affiancato da uno tra Tevez e Coman. L’argentino ha avuto qualche acciacco fisico, occorre capire se Allegri vorrà rischiarlo anche in vista del debutto in Champions League di martedì prossimo con il Malmoe. Stramaccioni deve fare a meno degli indisponibili Scuffet, Domizzi, Riera e Gabriel Silva. Assenze rilevanti. Il tecnico romano dovrebbe schierare il 3-5-2. Tra i pali ci sarà Karnezis. La difesa potrebbe essere formata da Heurtaux, Danilo e Bubnjic o Belmonte. Sulla corsia di destra dovrebbe agire Widmer, mentre a sinistra Piril. Nel cuore del centrocampo spazio ad Allan, Ghuilerme e Pinzi. In attacco Muriel o Thereau affiancheranno Totò Di Natale. Dirigerà la gara Damato della sezione di Barletta.

Juventus (3-5-2): Buffon, Caceres, Bonucci, Ogbonna, Lichtsteiner, Pereyra, Marchisio, Pogba,  Evra, Llorente, Tevez. All. Allegri.

Udinese (3-5-2): Karnezis, Heurtaux, Danilo, Bubnjic, Widmer, Allan, Ghuilerme, Pinzi, Piris, Muriel, Di Natale. All. Stramaccioni.

LEGGI ANCHE:

Chievo-Juve: la stella è Coman

Il calendario con gli anticipi e i posticipi della Juve fino a Natale

Inter Guarin: il curioso caso del centrocampista colombiano