La Juventus vince il derby della Mole . I bianconeri vincono 1-0 e si riportano a 9 lunghezze di distacco dalla Roma seconda in classifica di  serie A. I giallorossi hanno una gara in meno. Ennesima prova d’autore di Tevez. L’Apache risolve la partita con una giocata da campione. I bianconeri hanno trovato quel top player che cercavano. L’uomo in grado di spostare gli equilibri di un incontro. Buona prova anche per Barzagli che come tutta la retroguardia juventina disputa una gara attenta e concentrata. Lui è il leader e fornisce sicurezza a tutto il reparto. Seconda sfida consecutiva senza subire reti. Dato incoraggiante.  Vidal non sta vivendo il suo miglior moneto stagionale. Rimedia un’ammonizione che gli costerà la trasferta a San Siro contro il Milan. Pessima notizia. Non è in giornata di grazia neppure Lichtsteiner che non affonda mai, ma bada più che altro alla fase difensiva.

pagelle Juventus

BUFFON 6: praticamente inoperoso, vive un derby abbastanza tranquillo. Questo è un buon segnale per la fase difensiva juventina, che, per la seconda gara consecutiva, riesce a mantenere inviolata la porta.

BARZAGLI 6.5: è tornato il muro. Barzagli gioca una gara attenta e precisa. Insieme al resto della banda riesce a disinnescare l’attacco atomico, Cerci-Immobile. Pare che con il difensore toscano in campo tutta la retroguardia juventina sia più sicura e tranquilla.

BONUCCI 6.5: con il suo fedele compagno Barzagli di fianco, il difensore bianconero pare essere più sicuro. Quest’oggi non commette alcun errore e controlla bene gli avanti granata.

CACERES 6.5: come il resto della retroguardia bianconera gioca un match attento e concentrato. Commette pochissimi errori e con la sua velocità controlla bene lo spauracchio Cerci.

LICHTSTEINER 6:  oggi non si nota. Un po’ timido si limita a coprire bene e non spinge praticamente mai. La sua fase difensiva è comunque buona e gli può valere la sufficienza. Ha giocato partite migliori.

VIDAL 5.5: subisce un giallo pesantissimo che gli costa la trasferta di San Siro contro il Milan. Era infatti diffidato. Gravissimo. Non sta vivendo il momento migliore della sua straordinaria stagione. In alcune occasioni rischia addirittura il rosso. Conte glielo risparmia levandolo dal campo. Poco prudente.

(MARCHISIO 6: l’uomo dei derby entra e ci mette molto impegno ed energia. Come una furia mangia le caviglie agli avversari. Sempre sul pezzo.)

PIRLO 6.5: non brilla e non è ispirato come solito, ma la sua prova è comunque più che sufficiente. Si gestisce bene ed è presente anche in fase difensiva con recuperi importanti. Stranamente i suoi lanci sono un po’ fuorigiri.

POGBA 6.5: il ritmo è blando e lui vi si adatta. Il francesino è comunque importante in entrambe le fasi di gioco. Delizia lo Stadium con giocate di qualità e dimostra strapotere fisico quando deve gestire la sfera.

ASAMOAH 6.5: dal suo lato agiva Cerci, quindi era chiamato a aiutare Caceres per mettere la museruola al granata. Obiettivo raggiunto. Non è tutto il ghanese riesce anche a proporsi in fase offensiva ed è lui a servire Tevez per la rete dell’Apache.

LLORENTE  6: l’attaccante viene controllato bene dalla difesa granata. Da piccolo amava i toreri e oggi voleva matare il Toro. Non c’è riuscito, ma ci ha pensato Tevez.  La presenza del Navarro è comunque positiva per la manovra juventina. Quando è spalle alla porta riesce a controllare la sfera permettendo gli inserimenti dei compagni.

(PADOIN n.g.)

TEVEZ 7,5: L’Apache raccoglie la sfera spalle alla porta fuori dall’area granata, si gira e la spedisce nell’angolino basso con tanti saluti alla banda Ventura. 1-0 partita risolta. Questo è un campione straordinario. Il giocatore in grado di risolvere le gare da solo. Quello che cercava la Juve. Come si possa fare a non portarlo in Brasile è un quesito che non troverà mai risposta. Oltre la rete l’Apache aiuta la squadra in ogni modo. La sua presenza è importante anche in fase difensiva. Esce nel recupero della ripresa con un dito della mano lussato e dolore al ginocchio. Lo Stadium gli regala la meritatissima standing ovation. Ora il numero dieci è anche capocannoniere del campionato in coabitazione con Giuseppe Rossi a quota 14 gol. Andrebbe clonato.

(OSVALDO n.g.)

All. CONTE 6: la partita è risolta da una giocata fenomenale di Tevez, ma la Juve era posizionata bene tatticamente e per la seconda gara consecutiva non subisce reti. Il dato è positivo. Avanti così.

Pagelle Torino : Padelli 6; Bovo 5.5 (Meggiorni n.g.); Glik 6; Moretti 6; Darmian 6; Kurtic 5.5 (Basha n.g.); Vives  6; El Kaddouri  6.5 (Farnerud n.g); Pasquale 5.5; Cerci 5.5;  Immobile 6. All. Ventura 5.5.

ARBITRO RIZZOLI: 5.5