Scongiurando altre occasioni o episodi d’imbecillità, come durante lo scorso aprile, che col calcio non c’entrano assolutamente nulla (il lancio della bomba carta nel settore dei tifosi granata con il ferimento di dieci persone) ci apprestiamo ad assistere al 141° derby della Mole (stando al massimo campionato) proposto dall’11a giornata di Serie A.

Si gioca allo Juventus Stadium, luogo dove i padroni di casa si sono sempre distinti portandosi a casa il bottino pieno contro i rivali. L’ultima sfida in questo stadio è datata 30 novembre 2014 ed è già entrata nel cuore di entrambe le tifoserie e nel libro della leggenda di entrambi i club per due gol semplicemente memorabili. Quello del coast to coast di Bruno Peres che scagliando un missile terra aria all’incrocio dei pali sigla il momentaneo pareggio (la Juve era andata in vantaggio grazie a un rigore messo a segno da Vidal) e la rasoiata di Pirlo da fuori area che regala in extremis la vittoria ai bianconeri, al loro primo anno dell’era Allegri.

In casa bianconera sono 70 i precedenti tra Juventus e Torino, con 36 vittorie da parte della Juve contro i 16 successi del Toro. 18 il numero dei pareggi totale. I derby disputati complessivamente in Serie A sono 140 con 64 vittorie dei bianconeri, 41 pareggi e 35 successi da parte dei granata. Per quanto riguarda il computo delle reti, la Juventus è in netto vantaggio con 210 mentre il Torino è fermo a 146. I derby in totale, comprensivi di gare ufficiali e non, sono invece 229 con 94 successi della Juve, 73 del Toro e 62 pareggi. 345 gol bianconeri contro 309 granata.

Il derby con più gol, ben 14 marcature, risale al 9 febbraio del 1913 con il Torino che s’impose per 8-6. Il miglior marcatore in un singolo derby è Hans Kämpfer del Torino: 4 gol il 3 febbraio 1907 mentre per quanto riguarda i capocannonieri della Mole, domina Giampiero Boniperti con 14 reti, seguito da Gabetto (che ha vestito entrambe le maglie) con 12 e Pulici con 9. Gli allenatori con più presenze sono invece Giovanni Trapattoni con 13 gettoni, Carlo Carcano con 7 e Luigi Radice con 5.