Secondo turno della fase di qualificazione a gironi della Champions League per la Juventus che affronta in serata allo Stadium gli spagnoli del Siviglia, detentori per due anni consecutivi del trofeo di Europa League e pronti a farsi valere nella competizioni europea di maggior prestigio. Per la Juventus la vittoria contro il Manchester City, al debutto della fase a gironi, ha rappresentato una boccata d’ossigeno e un modo per uscire dalla crisi di risultati nel vero e proprio inizio shock di campionato, ma non tanto da farle invertire la tendenza. L’augurio del club bianconero è quello di una nuova vittoria in campo internazionale che possa ridare fiducia all’ambiente segnando auspicabilmente una decisiva svolta.

Allegri dovrà fare i conti con le numerose assenze: Marchisio per infortunio e non recuperato al 100%, così come Mandzukic, Lichtsteiner e Sturaro acciaccati, Caceres estromesso temporaneamente dalla rosa, Padoin non inserito nelle liste Uefa. Torna però a disposizione Khedira, pedina fondamentale in questo momento per lo scacchiere bianconero un po’ deficitario a centrocampo. L’idea è quella del 4-3-3 proposto a Manchester con la linea difensiva costituita da Barzagli (in questo caso con compiti da terzino), Bonucci, Chiellini ed Evra, il centrocampo con Hernanes davanti alla difesa e Pogba e Khedira mezzali e davanti il tridente Cuadrado, Dybala e Morata.

Nel Siviglia mancherà l’ex d’eccezione, Fernando Llorente, fermato da un infortunio. Ma la lista degli infortunati anche nel caso degli spagnoli è ampia. In difesa giocherà il “nostro” Andreolli, affiancato da Kolodziejczak in posizione centrale mentre ai lati figurano Coke e Trémoulinas. La linea mediana di centrocampo potrebbe essere occupata dalla coppia N’Zonzi-Krychowiak perché Banega è acciaccato e Iborra potrebbe tornare utile in posizione più avanzata. Sulla trequarti le ipotesi sono diverse: gli indiziati principali per le zone esterne sono Reyes e Vitolo, ma attenzione al danese Khron-Dehli e all’ucraino Konoplyanka (ex Dnipro), utilizzato maggiormente in Europa. Come punta centrale Gameiro è nettamente in vantaggio su Ciro Immobile.

Juventus (4-3-3): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini, Evra; Khedira, Hernanes, Pogba; Cuadrado, Dybala, Morata. All. Allegri.

Siviglia (4-2-3-1): Sergio Rico; Coke, Andreolli, Kolodziejczak, Trémoulinas; N’Zonzi, Krychowiak; Reyes, Krohn-Dehli, Vitolo; Gameiro. All. Unai Emery