Lo Juventus Club Parma ha scartato un bambino di dieci anni della categoria Pulcini con una lettera, scelta che non è piaciuta alla madre del piccolo protagonista della vicenda, che ha protestato scrivendo a sua volta alla Figc.

“Inviamo la presente per comunicarti che non rientri più nei quadri tecnici della nostra Società in vista della prossima stagione 2016/2017. Nel ringraziarTi per l’impegno profuso a favore dei colori bianconeri, ti salutiamo cordialmente e ti auguriamo Buona Fortuna per gli eventuali tuoi prossimi impegni sportivi”, si legge nella lettera spedita dalla società.

“Questa è macelleria sociale”, protesta la madre del bambino iun una intervista rilasciata alla Gazzetta “Mio figlio è parecchio deluso e come lui gli altri cinque esclusi. Non so a quali principi possano ispirarsi dei club che scartano dei bambini con una lettera, nonostante il logo Juventus club, Figc, Coni- Settore giovanile e scolastico”.

“Abbiamo problemi di logistica e di materiale, siamo stati costretti a selezionare”, la replica del presidente Mauro Bertoncini “Ci dispiace non aver avvisato i genitori, siamo disposti a rivedere i nostri metodi”.

Franco Varoli è il presidente del comitato Figc di Parma. Anche a lui la lettera dello juventus Club Parma non è piaciuta. “Non l’ho ancora letta, ma se le cose stanno così, mi sembra una assoluta mancanza di tatto”.