La Juventus domina il Sassuolo e lo sconfigge 4-0 (leggi qui il commento della partita). Scarica così la rabbia per l’eliminazione in Champions League. I bianconeri dimostrano di essere una vera e propria corazzata in serie A. Qui i ragazzi di Conte hanno ottenuto otto vittorie nelle ultime otto giornate senza mai subire un gol: impressionante. Non esistono aggettivi per spiegare la prestazione odierna di Tevez. I tre gol del numero dieci parlano da soli. Gli avversari non riescono a contenerlo. È devastante. Lo Juventus Stadium gli regala la standing ovation quando Conte lo sostituisce, ma se il tecnico l’avesse lasciato giocare fino alla fine l’argentino avrebbe rischiato di infierire ancora sui neroverdi. Oggi Vidal è un guerriero senza rivali. Domina il centrocampo. Gli avversari non riescono a rispondere alla sua fisicità ed energia. Al cileno manca solo il gol. Chiellini pare leggermente svagato. Lo juevntino è apparso un po’ impreciso.

Pagelle Juventus

BUFFON 6: Spettatore non pagante del match dello Juventus Stadium. Il portiere bianconero non è praticamente mai chiamato in causa.

BARZAGLI 6: Il difensore bianconero chiude bene gli spazi facendosi trovare pronto nelle ripartenze degli emiliani.

BONUCCI 6: A vittoria praticamente acquisita commette qualche sbavatura frutto di disattenzione che rischia di compromettere l’imbattibilità della porta di Buffon. La sua prova è comunque positiva.

CHIELLINI 6: Non è precisissimo. In fase di possesso palla sbaglia qualche appoggio di troppo. Non riesce a essere incisivo. In fase difensiva la sua prova è sufficiente.

ISLA 6.5: Gli manca solo il gol e pare una congiura. Da quando veste la maglia della Juventus non ha ancora avuto questa gioia. Anche oggi è andato davvero vicino alla marcatura, ma la sfortuna lo perseguita e Pegolo gli respinge la conclusione a botta sicura quando ormai pareva rete. Tra le sue scorribande positive vi è anche l’assist per il quarto gol juventino firmato da Tevez.

VIDAL  7.5: A centrocampo domina la scena. La sua fisicità e la sua intensità sono troppa roba per i centrocampisti neroverdi. Delizia con qualche assist degno del miglior Pirlo. Prova a trovare il gol, ma non ci riesce. La sua prova è devastante.

(PADOIN n.g.)

POGBA 7: Il francese si piazza in regia e sbaglia poco o niente. Delizia con giocate che incantano il pubblico dello Juventus Stadium che risponde con affermazioni di stupore. Il francesino ha un fisico eccezionale: nessuno riesce mai ad arpionargli il pallone e di testa le prende quasi tutte lui.

ASAMOAH 6.5: Era tantissimo che non giocava da mezz’ala. Si ricorda come si fa. Spesso trova l’inserimento. Con una splendida azione personale salta due avversari, ma davanti a Pegolo un eccesso di generosità lo spinge a cercare Llorente invece che provare a calciare in porta.

PELUSO 6.5: Da continuità alla buona prova di Bologna e questa volta trova anche il primo gol in campionato con la maglia juventina. Spesso cerca il dribbling che trova mostrando una condizione fisica straripante. Un suo eccesso di foga lo porta a subire un’ammonizione che fa infuriare Conte, che poi lo sostituisce.

(DE CEGLIE n.g)

TEVEZ 8: La sua prima tripletta in serie A arriva con una prestazione impressionate. Fa davvero impazzire i difensori del Sassuolo che non riescono, né con le buone, né con le cattive a prendergli le contromisure. L’Apache detta legge. Combatte, corre, segna. Sono già dieci i suoi gol in campionato. Conte lo toglie regalandogli la standing ovation di uno Juventus Stadium in piedi per il suo campione. Un fenomeno.

(QUAGLIARELLA 6: Entra e sbalordisce con una conclusione al volo che sfida le leggi della fisica. Solo lui può pensare a una tale soluzione nella situazione in cui si trovava. Partecipa ad una spettacolare trama dei bianconeri che però non porta alla rete. In questa occasione dimostra grande altruismo servendo un compagno quando poteva cercare la soluzione personale.)

LLORENTE 6: Non è in giornata di grazia. Prova a trovare la rete, ma non ci riesce. Dimostra comunque di sapere fare ottimi movimenti. Pare ormai definitivamente titolare nei piani di Conte.

All. CONTE 7: La reazione dopo la sconfitta di Istanbul è da grande squadra. La Juve domina il Sassuolo senza mai mettere in discussione la vittoria in questo match. L’allenatore bianconero dimostra, ancora una volta, di essere un fine psicologo e un ottimo tecnico.

Pagelle Sassuolo: Pegolo 5.5, Antei 5.5, Bianco 5.5, Marzorati 5, Gazzola 5.5, Magnanelli 5 (Chibsah n.g.), Marrone 5, Kurtic 5.5 (Zaza 6); Longhi 5.5, Missiroli 5.5, Floro Flores 6 (Masucci n.g.). All. Di Francesco 5.5

ARBITRO BERGONZI: 6