Continuano i rinnovi in casa Juve. Dopo il prolungamento per Leonardo Bonucci, i bianconeri blinderanno Alex Sandro e Stephan Lichtsteiner.

ALEX SANDRO

Legato ai bianconeri fino al 2020, l’esterno brasiliano, sbarcato in Italia dal Porto nel 2015 per 26 milioni, è diventato un giocatore fondamentale, tanto da guadagnarsi un nuovo contratto. La dirigenza vuole raggiungere con Alex Sandro un’intesa che porti la scadenza al 2021. Dai 2,8 milioni attuali un ritocco a 3,5. Il modo migliore per rispondere all’interessamento delle due realtà di Manchester. City e United sono infatti estimatrici del mancino.

LICHTSTEINER

Escluso dalla lista Champions, Lichtsteiner pareva allontanarsi da Torino. Salvo poi risalire le gerarchie. Prestazioni concrete gradite ad Allegri e dirigenza che non hanno più alcuna intenzione di privarsene. Lo svizzero era pronto a salutare ‘Madama’ in estate, corteggiato con insistenza dell’Inter. Trattativa prossima alla fumata bianca e invece all’ultimo l’affare saltò. L’ex Lazio rimase a Vinovo in un clima poco sereno, tanto da costargli l’esclusione dall’elenco per la Champions League. Determinato a sfruttare le occasioni concessegli, ha offerto soddisfacenti prestazioni in campionato. Scenari sovvertiti, dando alla squadra un contributo importante. Proprio per queste ragioni, secondo la “Gazzetta dello Sport”, il contratto in scadenza a giugno verrà allungato fino al 2018.

RINCON

Conclusa invece un’operazione in entrata: quella di Rincon, centrocampista prelevato dal Genoa. Il capitano della nazionale venezuelana sbarca in prestito oneroso (2 milioni di euro da versare subito al Genoa) più 7 per il riscatto e 1 di bonus. Affare da 10 milioni complessivi, scavalcando la Roma. Andate positivamente le visite mediche, come riporta il sito ufficiale della “Vecchia Signora”: “Tomas Eduardo Rincon è arrivato oggi a Torino, per sostenere le visite mediche. Il centrocampista venezuelano ha fatto il suo ingresso poco dopo le 9 al J|Medical, la struttura sanitaria che sorge sul lato est dello Juventus Stadium, e ha ultimato tutte le visite dopo alcune ore”.