La Juventus ha presentato il nuovo logo. Una J stilizzata che ha creato una diatriba tra gli stessi tifosi bianconeri che non si trovano d’accordo sull’opportunità di modificare in maniera tanto radicale il marchio.

“Il nuovo marchio definisce il senso di appartenenza ed il nostro stile”, le parole di Andrea Agnelli nel corso di “Black and White and more”, l’evento tenuto ieri a Milano che ha dato il La ad un nuovo capitolo della storia bianconera.

Sul web i tifosi sono divisi. Differenti il tenore dei commenti sulla pagina Facebook del club.

“Il simbolo della città di Torino (il toro con la corona appunto) eliminato così è stata la cosa peggiore, dopo lo shock generale per il logo storico eliminato… Eliminare oltre la storia, anche l’appartenenza alla città. Per diventare un brand internazionale di tutti e di nessuno.”, scrive l’utente Cristina Chichi Gallino. “Non sta sostituendo lo stemma bianconero vero? È uno scherzo?”, aggiunge Gaetano Rossi.

Non manca, però, chi difende la scelta del club. “Si chiama marketing ed è l’unico business che permette ai fatturati di crescere e di farti comprare gente come Higuain . Ora bello o brutto si chiama in gergo tecnico love brand ovvero marchio che riconosci senza alcun riferimento al nome vedi le 3 strisce adidas oppure il baffo Nike ecc. Per cortesia non siate mediocri nei commenti”.