Seconda giornata di campionato, già in qualche modo decisiva con la Roma, perché chi dovesse perderla o semplicemente pareggiarla si troverebbe a minimo 4 punti dalla vetta e, nel caso dei bianconeri, anche 6 nella peggiore delle ipotesi, Champions League in arrivo il 15 settembre e la Juventus è ancora un cantiere. In attacco ad esempio gli unici due giocatori sui quali il club di via Galileo Ferraris può contare sono Mandzukic e Dybala. Morata è infortunato e ne avrà ancora per un po’, Llorente a fatto le valigie per Siviglia mentre Zaza e Coman potrebbero partire rispettivamente con destinazioni West Ham e Bayern Monaco.

Allora l’idea dei vecchi amori che non finiscono, dei ritorni e bla bla bla potrebbe aver generato una suggestione molto particolare nella mente di Giuseppe Marotta, nella quale secondo alcuni rumors sarebbe germogliata l’idea di riportare Zlatan Ibrahimovic alla Juventus. Il tesoretto che porterebbe nelle casse juventine l’offerta importante avanzata dal Bayern Monaco per Coman sarebbe reinvestita nell’acquisto dell’asso svedese e nell’ingaggio milionario (almeno per un anno) del giocatore.

Il PSG sta facendo di tutto per trattenere Ibrahimovic un altra stagione a Parigi, ma se al fuoriclasse di Malmö venisse la voglia di tornare a giocare in Italia, magari togliendosi qualche piccola soddisfazione personale visto che alla sua prima esperienza in bianconera le cose non andarono troppo bene e lo svedese ricevette sonore critiche, ecco che la Juventus non avrebbe nessun problema ad accoglierlo. A Torino troverebbe, a differenza del Milan, un club super-competitivo in grado di garantirgli altri titoli e successi, inoltre riabbraccerebbe Allegri, allenatore col quale nel periodo dal 2010 al 2012 ha vinto uno scudetto e una Supercoppa italiana. Ovviamente, per ora, null’altro che una pazza idea, e uno sberleffo nei confronti del Milan se l’affare dovesse andare in porto.