Il sito ufficiale della Juventus conferma: domenica 10 agosto 2014 i bianconeri saranno di scena a Sydney per sfidare l’A-League All Star Team (leggi qui l’anticipazione), una selezione dei migliori calciatori che militano nel campionato australiano. Teatro di questo spettacolare incontro sarà l’ANZ Stadium.

La speranza è quella di potere vedere per l’ex stella, capitano e bandiera della Juventus, Alessandro Del Piero contro la sua ex squadra. Per i tifosi della Vecchia Signora sarebbe un’emozione enorme e il cuore sussulterebbe sicuramente.

Durante la scorsa estate lo stesso stadio ospitò il Manchester United e alla partita presenziarono ben 83mila spettatori. Come riporta il sito ufficiale della Vecchia Signora, il ministro del turismo, George Souris sostiene che la squadra di Antonio Conte troverà ‘la stessa accoglienza, che ha visto durante lo scorso mese di luglio, ben 83.000 tifosi gremire le tribune del ANZ Stadium per la gara dei Red Devils’. Anche il governatore del New South Wales, Barry O’Farrell si dichiara soddisfatto e felice della possibilità di ospitare la Juve ‘E’ un evento storico e invito fin da ora  tutti i tifosi australiani a venire a Sydney per ammirare uno spettacolo calcistico di livello mondiale’. Ciò è riportato dallo stesso sito bianconero  che sottolinea  anche le parole del ministro dello Sport e dello Spettacolo, Gabrielle Utton ‘Non sarà solo una bella partita, ma una grande occasione per ribadire come Sydney possa essere considerata la casa del calcio australiano.’ In sostanza, a quelle latitudini la sfida è già molto attesa ed è considerata un evento parecchio importante non solo dal punto di vista calcistico. Il sito ufficiale della Juventus riporta anche le dichiarazioni dell’amministratore delegato bianconero Beppe Marotta  ‘Siamo felici di giocare in una paese tanto affascinate e di affrontare i migliori giocatori del calcio australiano. Inoltre non vediamo l’ora di visitare una magnifica città come Sydney.’ La soddisfazione di potere disputare tale partita è, quindi, unanime.