La Juventus vuole proseguire la sua cavalcata trionfale verso il terzo scudetto consecutivo. La capolista cercherà di vincere contro il Parma per dare l’ennesimo colpo mortale ad un campionato ormai fortemente indirizzato verso la Torino bianconera.

Un’eventuale vittoria permetterebbe alla squadra di Conte di festeggiare un altro record. Sarebbero 15 i sigilli casalinghi consecutivi in serie A e ciò le consentirebbe di superare il Torino che nel 1975/1976 si fermò a 14.

Il Parma, però, non è certamente un avversario semplice. Statistiche alla mano, si potrebbe dire che in questo momento è uno dei più temibili del nostro campionato. Se si legge la classifica limitandosi al girone di ritorno si nota che la formazione emiliana è al secondo posto di questa speciale graduatoria. Solo la Juve è riuscita a fare meglio. In dieci giornate i piemontesi hanno raccolto 26 punti mentre i gialloblù 21. La squadra di Donadoni giunge dal record dei 17 risultati utili consecutivi. Fantastici. Pare quasi un ritorno al passato, a circa 20 anni fa, quando Juventus e Parma si sfidavano per grandi traguardi in Italia e oltreconfine.

A rendere il duello ancora più complesso per i bianconeri, sono le tante assenze e la continuità impressionante di gare che devono affrontare gli uomini di Conte. Anche se, a onor del vero, anche il Parma giunge allo Stadium alquanto incerottato.

Quello tra i Campioni d’Italia e i gialloblù è un incontro interessante anche per il calciomercato. Nelle fila degli emiliani milita Paletta che tanto pare interessare alla Vecchia Signora e non solo. Vi è poi la questione Biabiany. Il giocatore ha appena prolungato il suo contratto con gli emiliani fino al 2018, ma la prossima estate Marotta e colleghi potrebbero tornare alla carica. Il Parma, già folto di ex juventini dal dente avvelanto (Amauri, Marchionni, Molinaro), potrebbe rivolere anche Giovinco.

Per il calciomercato bianconero sono giorni davvero caldi. Sfruttando l’eventuale cessione di Pogba a una tra Real Madrid e Psg, i bianconeri potrebbero mettere le mani su grandi campioni. Nelle merengues militano giocatori come Coentrao, Di Maria e Morata. Questi sono fenomeni che tanto potrebbero fare comodo a Conte. Nelle fila dei parigini, invece, ci sono Verratti e Cavani. La cessione del francese rappresenterebbe però un sacrificio troppo elevato. Non bisogna poi dimenticarsi di Mandzukic. Recentemente Rumenigge ha dichiarato che il calciatore dovrebbe restare al Bayern, ma secondo il quotidiano Tuttosport tra il bomber croato e la Juve potrebbe esserci già una sorta di intesa.Vedremo. Intanto proprio i bavaresi paiono tornare su un loro vecchio pallino, Vidal. E’ difficile, però, che la Vecchia Signora si privi del suo centrocampista.