Allo Stadium la Juventus sconfigge 2-1 un forte Parma e prosegue la sua marcia trionfale in serie AI bianconeri hanno 14 punti di vantaggio sulla Roma, seconda con una gara in meno. I bianconeri raggiungono il record delle 15 vittorie casalinghe consecutive in campionato. Assoluto protagonista di giornata è Tevez. Quando gioca è praticamente sempre il migliore in campo. Realizza una doppietta fantastica, segnando un gol capolavoro. Viene ammonito. E’ diffidato e salterà la sfida contro il Napoli. Notizia nefasta per la Juve. Buona prova anche di Pogba. Il francese ha una classe eccezionale supportata da un fisico straripante.  Non sono brillantissimi Lichtsteiner e Pirlo. Dopo la magnifica scorsa settimana il regista pare un po’ appannato e sbaglia qualche appoggio di troppo.

Pagelle Juventus

BUFFON 6.5: dopo 15 minuti si fa trovare pronto e con un grande intervento evita il gol del vantaggio gialloblù. Il capitano è sempre sul pezzo, ma nulla può sulla violenta e precisa conclusione di Molinaro. Nel finale salva ancora il risultato.

CACERES 6: non ribadisce l’ottima prestazione di Catania, ma disputa una prova sufficiente con entrate decise e pulite.

BONUCCI 6.5: controlla bene Amauri e Cassano. Nel finale salva il risultato con un intervento che evita il facile tap in di Parolo. Rischia il rigore, ma Banti non è di questo avviso. Con un Pirlo un po’ sottotono, in fase di possesso riesce a dimostrare grande qualità trovando buone sventagliate per Lichtsteiner.   

CHIELLINI 6.5: cuore, carattere e grinta. Esce dal campo con un turbante a causa di una violenta gomitata di Amauri. Nelle ultime due sfide ha subito più colpi al volto di Mohamed Ali in un incontro di box, ma lui è un mastino incredibile e non si fa intimorire. Come al solito dimostra grande tenacia. E’ difficilissimo riuscire a superarlo. Lottatore.

LICHTSTEINER  5.5: non è in giornata. Soffre la presenza di Molinaro al quale non riesce proprio a prendere le misure. Emblematico quando nella prima frazione si fa beffare da un movimento del numero 3 parmigiano che lo infila alle spalle ed entra in area bianconera, ma Buffon salva il risultato. Non spinge praticamente mai.

(ISLA 6:  entra sul 2-1 e lo fa con lo spirito giusto. Difende e si propone anche in fase offensiva. Trova un buon cross per Vidal. Peccato fosse un po’ alto.)

VIDAL 6.5:  entra nella maggior parte delle azioni juventine. Fantastico quando riesce ad arpionare la sfera e con un grande gesto atletico a spedirla nel cuore dell’area emiliana. Mirante smanaccia e Tevez, il rapace, lo beffa per il 2-0. Subisce tanti colpi proibiti, ma si rialza sempre. Ha vissuto comunque momenti migliori.

PIRLO 5.5: il campione oggi pare un po’ offuscato. Dopo una magnifica settimana forse è un po’ stanco. Comprensibile. Sbaglia qualche passaggio di troppo facendo infuriare anche Conte. Quest’oggi la bacchetta magica è rimasta nel cassetto.

(MARCHISIO 6: contribuisce con Bonucci a salvare il risultato nell’occasione finale del Parma evitando l’intervento di Schelotto. Quando entra fa notare la sua presenza a centrocampo)

POGBA 7: delizia lo Stadium con giocate da vero fenomeno. A volte salta l’uomo con la classe, altre con la potenza. Le ha entrambe. Corre parecchio ed entra in quasi tutte le azioni offensive dei bianconeri. Ogni tanto pare specchiarsi troppo e perdersi un po’. Con un minimo di cattiveria in più diventerà un campione assoluto.

ASAMOAH  6: in Biabiany trova un avversario davvero complicato. Fatica a superarlo e lo soffre in fase difensiva. Per un intervento sul francese subisce un cartellino giallo e per un altro rischia anche il secondo. Con l’aiuto di Chiellini riesce comunque a contenerlo.

TEVEZ 8: reale, imperioso. La gara pareva bloccata e lui la decide. Una doppietta superba che lo rende capocannoniere della serie A. E’ il 18esimo gol del suo magnifico campionato. La sua prima rete è fantascientifica. Supera due avversari con una potenza atletica straordinaria e beffa uno sventurato Mirante. Non basta ciò per descriverlo. Corre e cerca di recuperare palloni come un mastino infuriato. Purtroppo subisce un giallo che gli costerà la squalifica contro il Napoli e afferma ‘mi dispiace non potere giocare domenica per la squadra’. E’ troppo forte, è un campione magnifico. E’ uno dei più grandi. Una follia non portarlo al Mondiale.

LLORENTE 5.5: continua la sua astinenza da gol. Anche oggi non mostra una condizione straripante. Non si nota troppo e nella ripresa appare un po’ impacciato quando, superato Mirante, da posizione non semplicissima non riesce a trovare né il gol, né l’assist

(QUAGLIARELLA 6: entra e fa notare la sua presenza. Corre e si batte per la squadra.)

All. CONTE 6.5: la Juve non è brillantissima, ma vince anche oggi, continua la marcia verso lo scudetto portandosi a 14 punti di vantaggio sulla Roma che ha una gara in meno. Raggiunge il record delle 15 vittorie casalinghe consecutive in campionato e interrompe la striscia di 17 risultati utili ininterrotti del Parma. Tanta roba. Prima del giallo all’Apache gli chiede se desidera il cambio, ma alla fine decide di sostituire Llorente. Magari avrebbe potuto togliere l’argentino evitandogli un pesantissimo giallo. A Napoli non ci sarà.  Pessima notizia.

Pagelle Parma: Mirante 5; Paletta 5.5;  Felipe 5.5; Lucarelli 6 (Cassani 6); Biabiany 6.5;  Parolo 6; Marchionni 6 (Schelotto n.g.); Obi 5.5 (Acquah 6);  Molinaro 6.5; Cassano 6; Amauri 5. All. Donandoni 6.

ARBITRO BANTI: 5.5