La Juventus batte il Palermo per 2-0 e si porta così di nuovo in vantaggio di tre punti, in classifica, nei confronti della Roma (che ieri ha pareggiato 0-0 contro la Sampdoria). Con quattro partite da giocare nell’arco di pochi giorni (Genoa il 29 ottobre, Empoli il primo novembre e Olympiacos il 4 novembre), mister Allegri dovrà dosare bene le energie in campo e infatti già contro il Palermo non ha schierato dal primo minuto Lichtsteiner e Pogba e ha preferito mandare in campo da subito Llorente anziché Morata – quest’ultimo apparso in forma migliore nelle ultime gare rispetto al compagno di squadra (qui le pagelle dei bianconeri).

A fare da spartiacque, nel primo tempo, è stato il bellissimo gol di Arturo Vidal al 31simo minuto di gioco, arrivato però su ottima intuizione e azione di Carlitos Tevez. Nei minuti precedenti, la partita non aveva infatti registrato grandi emozioni: i bianconeri si sono limitati a fare possesso palla e interminabili passaggi, senza mai diventare davvero pericolosi. Il Palermo, da parte sua, è rimasto a guardare, non proponendosi mai seriamente in attacco. La Juve è apparsa molto simile a quella già vista nelle ultime gare: priva di idee, scollegata fra i vari reparti, impacciata e indecisa. Per fortuna il gol di Vidal ha impresso tutt’altro tono al match: la gara si è fatta più combattuta, i bianconeri hanno iniziato a pressare di più e a costruire azioni più finalizzate ad andare in rete che a fare possesso palla.

Il secondo tempo inizia con un Palermo che sembra essere sceso in campo con la chiara idea di voler pressare alto: i rosanero non ci stanno ad essere in svantaggio. Ma è questione di minuti perché gli uomini di Iachini non sanno rendersi pericolosi (se non nel finale, a causa di un’indecisione di Buffon al minuto 80 di gara). La Juve, invece, riesce finalmente a ritagliarsi i suoi spazi e ad avere le sue occasioni: Tevez sembra essere tornato quello di sempre, Marchisio si dimostra uno dei migliori in campo e più volte prova il tiro dalla distanza, rendendosi molto pericoloso. E al 63′ i bianconeri siglano il raddoppio: su corner di Pirlo, Llorente insacca di testa. Il Re Leone segna il primo gol della stagione e i bianconeri sembrano aver acquistato più fiducia.

(photo credit by: Infophoto)