Il countdown dei giorni che separano la Juventus dalla chiusura del mercato incomincia a preoccupare Massimiliano Allegri per quanto riguarda la sua trequarti rimasta sguarnita dopo le partenze illustri di Tevez e Vidal, non trequartisti puri ma in grado di occupare quella zona del campo in maniera innovativa e alquanto efficace. Intanto a Vinovo incomincia la preparazione per la gara d’esordio della nuova Serie A di domenica 23 agosto contro l’Udinese di Colantuono e il tecnico livornese non è naturalmente preoccupato solo dalle defezioni sulla trequarti, avendo Chiellini, Khedira e Morata in infermeria.

Nonostante le parole perentorie del gm dello Schalke 04 Heldt rilasciate non più di una settimana fa alla stampa tedesca, che confermerebbero l’intenzione del club di Gelsenkirchen di non cedere il gioiello di casa, Marotta insiste sulla pista Julian Draxler poiché ormai lo considera l’obiettivo prioritario della Juventus. A fronte dell’iniziale richiesta dello Schalke di 30 milioni di euro, l’ad bianconero sta preparando un assalto con una nuova offerta da rilanciare sul piatto. Per Draxler sarebbero pronti 18 milioni di euro cash (3 in più dell’ultima offerta) più 9 di bonus, per un totale di 27 milioni.

La Juventus, che confida sempre nella collaborazione del giocatore (che ha giocato e vinto a Brema nella 1a giornata di Bundesliga), col quale è stato già raggiunto da tempo un accordo sull’ingaggio a 3,5 milioni annui, spera di far leva anche sulla necessità di liquidi da parte del club tedesco per tornare sul mercato visto il recente Infortunio di Nastasic. Intanto dal Real Madrid giungono brute notizie sul fronte Isco, altro pallino di Marotta, poiché il suo procuratore Rafael Comino ha dichiarato esplicitamente a tuttojuve.com “Non c’e’ nulla tra il mio assistito e la Juventus, se non quello che scrivono i giornali“, negando che il fantasista spagnolo possa essere ceduto alla Juve.