Dopo il pareggio interno contro il Real Madrid in Champions League (leggi qui), la Juventus ricomincia la sua marcia in campionato ospitando il Napoli. La partita di questa sera è molto importante per la classifica di Serie A: bianconeri e azzurri si trovano appaiati a quota 28 punti con tre lunghezze di distacco dalla Roma capolista. A dimostrazione di ciò le parole di Bonucci ‘Mi aspetto una finale vera domenica fra noi e il Napoli’. La Vecchia Signora giunge a questo match rinfrancata dagli ultimi risultati ottenuti. In Serie A ha collezionato tre vittorie consecutive senza subire nemmeno una rete. La speranza dell’ambiente juventino è che il clima creato dal pubblico contro il Real Madrid faccia da cornice anche alla sfida odierna. Il Napoli arriva a Torino dopo aver sconfitto l’Olympique Marsiglia in Champions League. Come i campioni d’Italia anche i partenopei hanno ottenuto nove punti nelle ultime tre gare vincendo contro Torino, Fiorentina e Catania e questa sera cercheranno di espugnare per la prima volta lo Juventus Stadium. In campionato gli azzurri non vincono in casa dei bianconeri dal 2009. In quell’occasione si imposero in rimonta, vincendo 3-2 (Trezeguet, Giovinco, Hamsik, Datolo  e ancora Hamsik i marcatori). Dopo quella sfida, nelle trasferte di Serie A contro la Vecchia Signora, il Napoli ha rimediato un pareggio e due sconfitte. Terminato questo turno la Serie A si fermerà per lasciare spazio alle nazionali alcune delle quali impegnate nelle importanti sfide dei playoff per accedere al prossimo Mondiale in Brasile, altre in amichevoli.

Torna il campionato e Conte, che deve rinunciare, tra gli altri, a Caceres già partito per la nazionale e a Chiellini   vittima di un’elongazione muscolare, dovrebbe riproporre il 3-5-2. Davanti a Buffon vi sarà un trio formato Barzagli, Bonucci e Ogbonna. Nel cuore del centrocampo è molto probabile che venga concesso un turno di riposo a Marchisio, quindi spazio a Vidal, Pirlo e Pogba. Sugli esterni il tecnico salentino pare orientato a schierare Asamoah sulla sinistra e Isla sulla destra. Per l’attacco si va verso la riconferma della coppia Tevez-Llorente, anche se non si esclude che quest’ultimo possa lasciare spazio all’ex del Napoli, Quagliarella. Oltre a Caceres e Chiellini, Conte deve fare a meno di Lichsteiner e Vucinic indisponibili. Molto difficile date le assenze, ma non impossibile che il tecnico salentino stupisca tutti e riproponga il 4-3-2-1 della sfida al Real. Benitez, che non ha mai perso contro la Juve, riconferma il solito 4-2-3-1. Al centro della difesa vi sono due maglie da titolare per tre giocatori: Fernandez e Albiol (favoriti) e Cannavaro. Rispetto alla sfida di Champions League contro l’Olympique Marsiglia dovrebbero rientrare Behrami (anche se un piccolo problema al ginocchio lo tiene ancora in dubbio),  che affiancherà Inler a centrocampo, e Hamsik che tornerà ad agire nel trio alle spalle di Higuain (che ha tutta l’intenzione di realizzare la sua prima rete contro la Juventus). Per un posto sulla sinistra in questo terzetto vi è ballottaggio tra Mertens e Insigne tenuto a riposo per quasi tutta la partita contro i francesi. Ai partenopei mancheranno Mesto, Zuniga e Rafael. Dirigerà la gara Rocchi della sezione di Firenze.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli; Bonucci; Ogbonna; Isla; Vidal; Pirlo; Pogba;  Asamoah;  Tevez;  Llorente. All: Conte

Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio; Fernandez;  Albiol; Armero; Inler; Behrami; Callejon; Hamsik; Insigne; Higuain. All: Benitez

A cura di Giovanni Battista Terenziani