Sulla strada che conduce a Cardiff la Juve troverà il Monaco. Un avversario da non prendere alla leggera, come sentenzia Pavel Nedved.

Monaco osso duro, Allegri un genio

“È una squadra pericolosa. Sono molto giovani e non hanno nulla da perdere e quindi sarà una sfida difficile”, commenta il vicepresidente bianconero. Che riempie di elogi Allegri: È stato un genio con il 4-2-3-1. Noi vogliamo tenerlo, lui deve essere convinto e contento di continuare la sua esperienza in bianconero”.

Trattative per il rinnovo

Col tecnico toscano si vocifera di un rinnovo triennale: “Siete molto informati, noi vogliamo bene ad Allegri perché sta facendo molto bene. Al sorteggio dei quarti avevo detto che il suo lavoro è stato molto importante, è stato criticato in maniera affrettata. Noi vogliamo continuare con lui e anche lui deve essere contento e convinto di continuare con la Juve: non credo che ci siano problemi. Un momento di svolta della stagione? Dico la svolta tattica di gennaio. Lì è stato grandissimo Allegri, in quel momento vincevamo ma volevamo giocare meglio e lì il mister è stato un genio a fare il cambio di modulo. Speriamo di continuare così”.

Nel pieno della maturità

Nedved continua ai microfoni di Premium Sport: “Ho visto i ragazzi molto concentrati, dopo Barcellona non hanno festeggiato molto e sono focalizzati solo sul fatto di andare il più avanti possibile in Champions. A questo punto della competizione è difficile scegliere gli avversari, in Champions non puoi sbagliare niente: speriamo di affrontare le due gare al massimo del nostro potenziale. Contro il Barcellona ho visto una squadra molto matura. È molto difficile affrontare in quel modo il Barcellona al Camp Nou. Non subire gol da quella squadra è incredibile, sono contento di quello che sta facendo la squadra e il mister. Sono molto fiducioso per il finale di stagione. I ragazzi sanno che internamente possono vincere la coppa, faranno di tutto per arrivare in finale e per vincere”.