Juventus-Milan 2-1, i bianconeri festeggiano l’accesso alle semifinali di coppa Italia dove incroceranno il Napoli. La squadra di Allegri è andata sul doppio vantaggio nei primi minuti di gioco grazie alle reti di Dybala e Pjanic su punizione. Nella ripresa gol di Bacca.

La Vecchia Signora è schierata a trazione anteriore, con la contemporanea presenze di Pjanic, Mandzukic, Higuain, Dybala e Cuadrado. Il Milan risponde col tridente Bacca-Suso-Bonaventura. A centrocampo Locatelli è affiancato da Bertolacci e Kucka, in difesa coppia centrale formata da Romagnoli-Zapata.

La partita prende i binari bianconeri già nei primi venti minuti. Dybala controlla un assist di Cuadrado e scarica alle spalle di Donnarumma. Pjanic fa bis su punizione. 2-0 e Milan annichilito.

I rossoneri, un po’ come avvenuto col Napoli in campionato, si svegliano dopo essere stati presi a schiaffi. Nella ripresa Carlos Bacca riapre la partita dopo 8′ con una acrobazia da urlo.

Gara che sembra riaperta e invece no, perché appena 1′ dopo Locatelli compie una ingenuità commettendo fallo da giallo su Dybala. Secondo cartellino ed il centrocampista va dritto sotto la doccia.

Il ritmo della gara resta alto, con il Milan che cerca il tutto per tutto, ma che va vicino al clamoroso pari solo in una sola occasione: punizione di Kucka e Neto che si rifugia in angolo. Finisce 2-1, in semifinale ci va la Juventus.

Al termine della partita Allegri è soddisfatto a metà. “Dovevamo chiudere la partita nel primo tempo. Sul 3-0 saremmo stati più tranquilli”.

Montella non cerca scusanti. “La Juventus è più forte, non siamo ancora al suo livello, ma abbiamo giocato una grande partita”.