La Juventus ha ripreso a macinare vittorie in campionato, ma è costretta a ricevere ancora brutte notizie dall’infermeria. Stavolta l’infortunio riguarda Mario Mandzukic, costretto a restare fermo ai box per le prossime tre settimane a causa di una lesione muscolare. Dubbi invece per Alvaro Morata. I primi esami hanno escluso lesioni alla parete addominale, ma per lui occorrono altri accertamenti.

Mandzukic, uscito al 22′ del primo tempo, salterà dunque almeno tre gare di campionato, la prossima contro il Frosinone e quella di Napoli, più il match di Champions League contro il Siviglia. L’attaccante spagnolo resta invece in dubbio per la gara con i ciociari.

Questo il comunicato diffuso dalla Juventus:

“Alla sessione di allenamento odierno, svoltasi al mattino e che ha previsto un programma defaticante per tutti coloro che sono scesi in campo a Marassi, non hanno partecipato i due giocatori usciti anzitempo dal campo: Morata e Mandzukic“.

“A seguito del problema muscolare riferito ieri, l’attaccante croato è stato infatti sottoposto ad accertamenti diagnostici che hanno evidenziato una lesione di primo grado del bicipite femorale della coscia destra. Si dovranno attendere 20 giorni per la ripresa agonistica”.

“Anche Morata ha svolto i necessari accertamenti diagnostici: questi hanno escluso lesioni muscolari alla parete addominale, e pertanto le sue condizioni verranno monitorate nelle prossime ore”.

Quello di Mandzukic è il terzo infortunio eccellente con cui la Juventus ha a che fare. Ad inizio stagione si è fermato Khedira (il suo rientro è vicino), poi è toccato a Marchisio (ritorno potrebbe essere segnato dal match del 18 ottobre contro l’Inter).

Senza contare che, prima della gara di Supercoppa contro la Lazio, a fermarsi fu lo stesso Morata a fermarsi per un problema al polpaccio.