La Juventus sta cercando di cedere Fernando Llorente. Il Monaco sembra interessato all’affare, che può concludersi ad una cifra che girerebbe intorno ai 15 milioni di euro.

Ma il club del princiopato non è il solo interessato all’attaccante spagnolo. Il ‘Re Leone’ ha infatti estimatori anche in Premier League, dove il Tottenham ha già effettuato un sondaggio.

Sia Spurs che Monaco, però, non hanno fretta. L’intenzione è quella di far abbassare le pretese di Marotta. In ogni caso, si profila un vero e proprio affare per i bianconeri: una grande plusvalenza per un calciatore acquistato solo due anni fa dalla casa bianconera a parametro zero.

La Juventus considera Llorente un calciatore in esubero, non altrettanto Kingsley Coman. Marotta è arrivato anche a rifiutare una offerta di 15 milioni di euro del Bayern Monaco per il francesino classe ’96.

Allegri, d’altronde, stravede per il centrocampista che quest’anno ha spedito in campo 14 volte in campionato, 4 in coppa Italia e 2 in Champions League.

Marotta, in questa fase di mercato, più che a comprare è impegnato a vendere. Sino a questo momento la Juventus ha piazzato Pirlo, Tevez, Romulo, Matri, Storari, Ogbonna e Marrone.

Oltre a quella di Llorente, il club bianconero sta valutando le situaizoni che riguardano Isla e De ceglie.

Due casi differenti. Il cileno, alla fine, potrebbe anche rimanere. Segnata invece la sorte di Paolo De Ceglie, destinato a partire.

Isla è reduce da una Copa America che ne ha fatto risalire la quotazione. Potrebbe convincere Allegri a puntare ancora su di lui. La Juventus lo consiera cedibile per una cifra superiore ai 10 milioni di euro.

De Ceglie, invece, è destinato a lasciare la Juventus dopo dieci anni in bianconero (contando anche i prestiti a Siena, Parma e Genoa). L’esterno potrebbe finire al Frosinone, ma perché l’affare vada in porto c’è bisogno che il calciatore decida di decurtarsi l’ingaggio.