Quant’è facile cambiare il corso al proprio destino. Basta una grande giocata o, come nella partita della Juve di ieri col Lione, una distrazione. E ora, rimandato il passaggio agli ottavi, pure il primo posto viene smarrito, a -2 dal Siviglia.

LA PRODEZZA NUMERO 100 DI HIGUAIN

I francesi si presentano subito al tiro, con Rybus (resterà l’unica parata di Buffon). Tra le ottime individualità davanti, Ghezzal manda spesso in affanno Evra. Dietro, però, soffrono: Diakhaby al 12’ atterra goffamente Sturaro in area, servito da Higuain, mandando proprio Gonzalo alla prova del dischetto (non una specialità): portiere spiazzato. È la 100° rete italiana del Pipita. Dopo l’1-0 la Juve ha le occasioni migliori, con un palo scheggiato dal rientrante Marchisio e due palle gol non sfruttate a dovere dal numero 9 e da Mandzukic.

BONUCCI INFORTUNATO, TOLISSO MANDA I PIANI IN FUMO

Dopo lo sbandamento iniziale, Lacazette e compagni prendono fiducia, ripagati nel finale: punizione di Ghezzal, la retroguardia bianconera sbaglia il fuorigioco, e Tolisso punisce con un imperioso stacco in area piccola. Lione ancora in lizza per la qualificazione, la difesa juventina perde sicurezza, non più imbattuta. Preoccupano inoltre le condizioni di Bonucci, costretto a uscire dal campo per infortunio.

JUVENTUS-LIONE 1-1
(primo tempo 1-0)
MARCATORI Higuain (J) su calcio di rigore al 13′ p.t.; Tolisso (L) al 40′ s.t.
JUVENTUS (4-3-1-2) Buffon; Dani Alves, Barzagli, Bonucci (dal 23′ s.t. Benatia), Evra; Khedira, Marchisio, Sturaro; Pjanic (dal 23′ s.t. Alex Sandro); Higuain (dal 38′ s.t. Cuadrado), Mandzukic. (Neto, Rugani, Hernanes, Kean). All.: Allegri.
LIONE (4-2-3-1) Lopes; Rafael, Diakhaby, Mammana, Morel; Gonalons, Tolisso; Ghezzal, Fekir (dal 33′ s.t. Darder), Rybus (dal 26′ s.t. Cornet); Lacazette. (Gorgelin, Yanga-Mbiwa, Grenier, Ferri, Tousart). All.: Genesio.
ARBITRO Kuipers (Olanda).
NOTE Ammoniti: Pjanic, Barzagli, Marchisio, Sturaro, Darder, Ghezzal. Angoli: 4-2 per il Lione. Recupero: 1′; 4′.