Non c’è storia nel primo trofeo della stagione. La Supercoppa Italiana va alla Juventus che umilia 4-0 la Lazio nel suo stadio. Un punteggio troppo severo per i biancocelesti che dopo un buon primo tempo pagano oltremodo un pesante blackout a inizio ripresa che rende più facile del previsto il compito degli uomini di Conte.

All’Olimpico di Roma i campioni d’Italia si presentano con la squadra tipo dello scorso anno e il tandem offensivo Tevez-Vucinic mentre Petkovic a sorpresa schiera Cavanda e fa esordire l’argentino Biglia. L’infortunio di Marchisio dopo i primi 20 minuti spalanca le porte all’ingresso di Pogba (foto by InfoPhoto) che dopo appena 3 minuti insacca la porta di un incolpevole Marchetti con un tap-in. La Lazio reagisce e sfiora il pareggio col bolide di Radu ‘smanacciato’ da Buffon.

Nella ripresa si attende una partenza a mille dei capitolini ma in soli cinque minuti la Juve chiude i conti portandosi sul 4-0: contropiede fulminante con l’ex Lichtsteiner che serve un pallone d’oro Chiellini. Poi l’esterno svizzero, dopo due assist, mette la sua firma sul tabellino andando a finalizzare il tacco di Vucinic. La difesa della Lazio lascia le praterie e trova la rete anche Tevez, in ombra fino al gol, dopo l’ennesima parata di Marchetti.

La reazione biancoceleste è tutta in Klose che prima sfiora il palo di testa, poi si fa ipnotizzare da Buffon. L’ultima mezz’ora è il preludio della festa bianconera condita da una bordata di fischi (inevitabile) all’ex Lichtsteiner e ai giocatori della Juventus. La Signora stravince, stavolta senza nessuna polemica. Che visti i precedenti si spera sia di buon auspicio per la stagione.

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook

LINK UTILI

I precedenti tra Lazio e Juventus