Questa sera allo Juventus Stadium si prevedono fuochi d’artificio: la Juventus e l’Inter si sfidano per la 22.a giornata di campionato. Dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia a opera della Roma, in serie A i bianconeri non sono riusciti ad andare oltre il pareggio esterno contro la Lazio. Questo risultato ha interrotto la serie di vittorie consecutive della capolista in campionato che si è fermata a dodici. La scorsa, quindi, non è stata una settimana magnifica per la squadra di Conte. L’Inter arriva allo Juventus Stadium in un periodo non ottimale. I neroazzurri non riescono a vincere da oltre un mese. L’ultimo hurrà della squadra di Mazzarri è datato 22 dicembre 2013, Inter-Milan 1-0. Nella passata stagione l’allora compagine guidata da Stramaccioni riuscì a espugnare lo Juventus Stadium imponendosi 3-1 con la doppietta di Milito e la rete di Palacio che risposero al gol di Vidal. Insieme alla Sampdoria i neroazzurri sono stati gli unici a riuscire a violare lo stadio torinese. Quasi per uno scherzo del destino la gara odierna giunge proprio subito dopo l’incredibile querelle di calciomercato legata al mancato scambio Vucinic-Guarin. Le due squadre si troveranno faccia a faccia sul prato torinese e sarà spettacolo.

Conte deve fare a meno dello squalificato Buffon e dell’indisponibile Quagliarella. Inoltre non è tra i convocati il nuovo acquisto Pablo Daniel Osvaldo, mentre rientra nella lista Vucinic. La Juve dovrebbe scendere in campo con il solito 3-5-2 ed  esclusa l’assenza del portierone bianconero, gli altri dovrebbero essere i titolari. Tra i pali ci sarà Storari. Il terzetto difensivo dovrebbe essere composto da Barzagli, Bonucci e Chiellini. Sulla corsia di destra potrebbe esserci Lichtsteiner, su quella di sinistra Asamoah. Nel cuore del centrocampo dovrebbero trovare spazio Vidal, Pirlo e Pogba. Dopo tre match disputati da titolare, Marchisio potrebbe accomodarsi in panchina. In attacco dovrebbe esserci la super coppia composta da Tevez e Llorente. Mazzarri potrebbe schierare l’Inter con il 3-5-1-1. In porta ci sarà Handanovic che ha appena conquistato l’Oscar del calcio come miglior portiere del 2013. Il terzetto  difensivo potrebbe essere composto da Campagnaro, Rolando e Juan Jesus. Sull’out di destra è ballottaggio tra il neoacquisto D’Ambrosio e Jonathan, mentre a sinistra dovrebbe esserci Nagatomo. Nel cuore del centrocampo giocheranno tre tra Taider, Kuzmanovic , Kovacic e Zanetti. Dietro Palacio potrebbe esserci spazio per Alvarez. Non è assolutamente escluso, però, che il tecnico toscano decida di invertire le posizioni di Alvarez e Kovacic.  L’Inter non può disporre dell’indisponibile Cambiasso, la cui assenza pesa come un macigno e nemmeno di Hernanes per motivi burocratici. Mazzarri decide di non convocare Guarin. Dirigerà la gara l’arbitro Rocchi della sezione di Firenze.

Juventus (3-5-2): Storari, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah, Tevez, Llorente. All. Conte

Inter (3-5-1-1): Handanovic, Campagnaro, Rolando, Juan Jesus, Jonathan, Kuzmanovic, Kovacic, Taider, Nagatomo, Alvarez, Palacio. All. Mazzarri.