La Juventus vince 3-1 contro l’Inter e si porta a nove lunghezze di vantaggio in classifica sulla diretta inseguitrice, la Roma. I giallorossi hanno una partita in meno, ma i bianconeri paiono davvero tanta roba per questa serie A e anche oggi manifestano superiorità tecnica. Questa sera tutti i giocatori juventini forniscono una prestazione all’altezza. Lasciato libero di inventare, Pirlo ha potuto mostrare tutto il suo estro straordinario. Magnifica la sfera servita a Lichtsteiner in occasione della rete dello svizzero. Finalmente questo schema torna a essere fruttifero per la Juventus. Il talento bresciano riesce a ideare giocate che sono quasi impensabili per chiunque. Anche Vidal disputa una gara straordinaria. Il centrocampista cileno è un vero guerriero. E’ perfetto sia in fase difensiva che in fase offensiva e si dimostra per l’ennesima volta un calciatore straordinario. Entrato a freddo al posto di Barzagli, Caceres non è stato impeccabile, ma il difensore uruguayano ha la giustificazione di essere stato gettato nella mischia proprio nel momento in cui i suoi compagni hanno iniziato ad allentare un po’ la concentrazione.  Anche Bonucci è parso meno sicuro che in altre occasioni.

Pagelle Juventus

STORARI 6: Il portiere bianconero non è troppo impegnato. Incolpevole sulla rete di Rolando, fa infuriare i compagni della difesa quando pare non accorgersi delle condizioni non ottimali di Barzagli e gli serve più volte la sfera mettendolo in apprensione.

BARZAGLI 6.5: Finchè rimane in campo la fase difensiva della Juventus è perfetta. Nel momento in cui è costretto ad uscire i bianconeri vivono qualche apprensione di troppo e subiscono gol. Ora i tifosi bianconeri sperano di ricevere notizie confortanti riguardo le condizioni fisiche del muro juventino.

(CACERES 5.5: Entrare a freddo non è mai semplice, ma dopo l’uscita dal campo di Barzagli, la Juve è andata troppo in apprensione e ha subito la rete neroazzurra. Non è solo colpa sua in quanto tutta la squadra pare avere calato un po’ l’attenzione, ma certo l’uruguayano non è stato impeccabile.)

BONUCCI  6: Combina un guaio quando si addormenta in un contrasto con Palacio. Il neroazzurro gli sottrae la sfera e dà il la a un contropiede che poteva essere letale. Per il resto la sua prova è stata sufficiente. Gestisce le varie situazioni con discreta tranquillità.

CHIELLINI 7: Il difensore della Vecchia Signora corona una grande prova con una rete. Come un vero bomber riesce a beffare l’imperfetta difesa interista rimanendo sul filo del fuorigioco. Durante tutta la partita dimostra grande attenzione e concentrazione riuscendo in chiusure efficaci e precise.

LICHTSTEINER 7: Un suo colpo di testa chirurgico porta in vantaggio la Juve. Finalmente si rivede il magnifico schema con l’imbucata di Pirlo per lo svizzero che si inserisce nella difesa avversaria come un serpente velenoso e mortifero. Corre lungo l’out di destra senza soluzione di continuità. Stremato viene sostituito da Conte. Instancabile.

(ISLA n.g.)

VIDAL 7.5: Il cileno è fantastico. Il modo che ha di recuperare il pallone è semplicemente devastante. Arpiona la sfera agli avversari come se avesse i tentacoli. L’efficacia con la quale ruba loro la palla è quasi disarmante. Anche in fase offensiva il suo contributo è determinate. Trova il suo undicesimo centro in questa serie A. Per un centrocampista sono numeri da sballo, inimmaginabili. Un fenomeno.

PIRLO 7.5: La palla geniale servita con il contagiri a Lichtsteiner per la rete dello svizzero vale il prezzo del biglietto. Lasciarlo libero di pensare e impostare appare puro autolesionismo. Quando il genio esce dalla lampada non ce n’è per nessuno. Ha un’intelligenza e una capacità di vedere il gioco straordinarie.

POGBA 6.5: Non ci si stanca mai di ripetere che il ragazzo ha solo 20 anni. Continua a dominare il centrocampo dimostrando strapotere tecnico, atletico e fisico. Regala giocate veramente importanti e deliziose, ma oggi la sua mira non è impeccabile. Dopo il 3-0 la sua tenera età lo porta a non restare troppo sul pezzo e a concedersi il lusso di qualche eccessiva leziosità.

ASAMOAH 7: Ingaggia un duello con Jonhatan e spesso ha la meglio. Lo salta in fase di possesso e lo contiene in fase difensiva. Oggi il ghanese e straordinario e atleticamente devastante.

TEVEZ 6.5: Continua il digiuno dell’Apache. I tifosi bianconeri aspettano con ansia un suo ritorno al gol. Carlitos non entra nel tabellino marcatori da prima di Natale. Nonostante ciò la sua presenza in campo è sempre molto importante. Combatte, corre e tiene impegnata la retroguardia avversaria.

LLORENTE 6: Oggi il Re Leone non trova la via del gol. La forza fisica di Rolando gli complica notevolmente la vita sui palloni arei. Lo spagnolo riesce comunque a fornire una buona prova dimostrando, se ancora ce ne fosse bisogno, di essere un fenomeno anche tecnicamente. Buona la sua intesa con Tevez. Favorisce la rete del 3-0 con una classica giocata del suo repertorio. Difende la sfera spalle alla porta e riesce a girarsi eludendo la marcatura dell’avversario.

(VUCINIC 6: Mirko entra tra gli applausi dello Juventus Stadium. Inizialmente fatica un po’, ma nei minuti di recupero sfiora il 4-1.)

All. CONTE 7: 3-2 contro il Milan, 3-0 contro il Napoli, 3-0 alla Roma e 3-1 all’Inter. Quest’anno le grandi che passano per lo Stadium tornano a casa con tre gol sul groppone. La Juve di Conte è semplicemente devastante. La prova di oggi è straordinaria, peccato che sul 3-0 la squadra pare avere allentato un po’ l’attenzione. Questo ha innervosito il tecnico.

ARBITRO ROCCHI: 6