Juventus-Genoa 4-0 e bianconeri che si avvicinano a grandi passi alla conquista matematica del sesto scudetto consecutivo. Contro i grifoni bastano poco meno 20 minuti per chiudere la pratica.

A sbloccare il risultato è uno sfortunato intervento di Munoz, che devia nella propria porta dopo un cross di Higuain per Marchisio.

Un minuto dopo arriva il 2-0: Higuain ispira il triangolo Khedira-Dybala che permette a la Joya di far partire un tiro imprendibile per Lamanna

La gara si chiude definitivamente al 41′: destro da posizione defilata di Mandzukic ed il portiere rossoblù chiamato ancora una volta a raccogliere la palla nel sacco. Il poker è di Bonucci: 19esimo minuto discesa a destra del difensore che colpisce ancora con un tiro da fuori area.

La gara non ha più nulla da dire. Allegri a fine partita esulta: “Mancano solo 8 punti per lo Scudetto, ma dobbiamo restare concentrati”.

JUVENTUS (3-4-1-2) – Neto 6; Barzagli 6, Bonucci 7, Benatia 6; Lichtsteiner 6,5, Khedira 6,5 (24′ st Rincon 6), Marchisio 7 (41′ st Mandragora S.v.), Asamoah 6; Dybala 7,5; Higuain 6, Mandzukic 7,5 (37′ st Sturaro S.v.). In panchina: Audero, Del Favero, Dani Alves, Rugani, Chiellini, Alex Sandro, Lemina, Mattiello, Cuadrado. Allenatore: Allegri
GENOA (3-4-3) – Lamanna 5,5; Munoz 5, Burdisso 4,5 (22′ st Biraschi 5,5), Gentiletti 5; Lazovic 5 (41′ st Hiljemark S.v.), Cataldi 5, Miguel Veloso 4, Laxalt 5 (3’ st Beghetto 5); Ntcham 6, Simeone 5,5, Palladino 5. In panchina: Zima, Faccioli, Brivio, Orban, Cofie, Ninkovic, Pellegri, Pandev. Allenatore: Juric
ARBITRO: Calvarese della sezione di Teramo
MARCATORI: 17′ aut. Munoz, 18′ Dybala, 41′ Mandzukic, 19′ st Bonucci (J)