Adesso che, dopo l’autoritaria vittoria a Manchester contro il City in Champions League e il primo successo in campionato al Marassi contro il Genoa, alla Juventus tutto è tornato a girare nel verso giusto, o quasi, arriva un impegno sulla carta abbordabile alla quinta giornata di campionato (turno infrasettimanale) che potrebbe rilanciare in maniera decisiva le quotazioni dei bianconeri. Attenzione però a non soottovalutare questo Frosinone vittima di una classifica anche un po’ bugiarda, con la squadra di Stellone che certamente paga un po’ d’inesperienza avendo compiuto il grande balzo di livello dalla serie cadetta alla A. Massimiliano Allegri conosce alla perfezione l’insidia rappresentata da questo genere di partite e sa che il primo errore da non commettere è proprio quello della deconcentrazione per un match “facile” sulla carta.

Oltre all’epic fail della sottostima, Allegri rifà i conti con la gestione delle forze in vista di domenica col Napoli e della Champions League più avanti e tiene a riposo due pezzi importanti del suo scacchiere come Buffon e Morata. In porta ci sarà dunque Neto, mentre in attacco, con Mandzukic infortunato, giocheranno Dybala e Zaza. Dopo il successo del 4-3-3 nelle ultime due gare giocate, probabile la riconferma di questo modulo, con Cuadrado ad affiancare i due attaccanti e Pereyra in alternativa. A centrocampo ci sarà Hernanes, davanti alla difesa, visto solo nello scorcio finale a Genova, con Pogba e Lemina ad agire come interni. In difesa pronti Barzagli e Bonucci centrali. A riposare questa volta è Chiellini. Sull’esterno ci saranno Caceres e Alex Sandro per il discorso del turnover.

Nel Frosinone Stellone deve rinunciare ancora a Gucher infortunato. In difesa ci sono Blanchard e Diakité in posizione centrale con Rosi e Crivello laterali. A centrocampo Gori e Chibsah presidieranno la zona mediana mentre Frara e Paganini agiranno più defilati sulle corsie esterne. Il tandem d’attacco è invece affidato alla coppia Tonev-Ciofani con Longo ancora da valutare visto il problema riscontrato nell’ultimo impegno di campionato col Bologna.

Juventus (4-3-3): Neto; Caceres, Barzagli, Bonucci, Alex Sandro; Lemina, Hernanes, Pogba; Cuadrado, Dybala, Zaza. All. Allegri.

Frosinone (4-4-2): Leali; Rosi, Blanchard, Diakité, Crivello; Paganini, Gori, Chibsah, Frara; Tonev, Ciofani. All. Stellone.