Allegri parla prima di Juventus-Frosinone e comunica l’esordio di Neto nel campionato 2015/2016. Buffon viene preservato in vista del delicato impegno di Napoli e della sfida di Champions League del 30 settembre contro il Siviglia.

“Gigi riposa”, le parole di Massimiliano Allegri “Giocherà Neto.Contro il Frosinone dobbiamo vincere per recuperare il terreno perduto,è ora di cogliere il primo successo allo juventus Stadium”.

Il tecnico bianconero ha dichiarato di voler inquadrare le partite una per volta. “Pensiamo ad una gara per volta, sappiamo benissimo di essere indietro rispetto alle altre concorrenti”.

Mandzukic out per infortunio. Potrebbe essere lavolta di Zaza-Dybala in aavanti. “Sono due attaccanti che, seppur con caratteristiche tecniche, occupano entrambi la stessa porzione di campo, al centro dell’attacco. Bisognerà fare delle valutazioni”.

Cuadrado è l’uomo in più di questa Juventus? “Vorrei che giocasse 50 partite all’anno, ma la Juventus non può dipendere da un singolo calciatore, deve offrire ottime prestazioni anche cambiando gli interpreti”.

Allegri è soddisfatto per l’esordio di Lemina. “Ha fatto un buon esordio, rispetto ad Hernanes gioca più da mezzala. Il suoimpiego contro il frosinone è da vedere”.

Ottimismo su Morata: “Alvaro avverte solo un po’ di dolore, non dovesse essere disponibile per la partita contro il Frosinone, sarà ok per il Napoli”.

Marchisio, Khedira, Mandzukic. I tanti infortuni di questo inizio stagione hanno causato non pochi intoppi al cammino bianconero. A chi ricondurre la colpa dei vari ko che hanno ripempito l’infermeria?

“Preparazione affrettata? Dovevamo disputare la Supercoppa e ci siamo dovuti prendere dei rischi. Come si faceva a partire il 7 luglio dopo 56 partite e tanti nazionali che avevano finito di giocare solo poche settimane prima? Ora la Supercoppa l’abbiamo vinta, possiamo guardare al futuro con ottimismo”.

“La nostra condizione”, prosegue Allegri “è buona. Lo scorso anno abbiamo chiuso la stagione in crescita. L’importante sarà arrivare a marzo, periodo clou per campionato e coppe, in condizione”.

L’Inter è al comando dopo un poker di vittorie. Un quattro su quattro che non preoccupa l’allenatore juventino: “I nerazzurri sono candidati allo scudetto, ma i cavalli vincenti si vedono al traguardo”

Finale su Rugani, uno dei giovani più attesi in questo campionato. “E’ un talento di grande prospettiva, si ritaglierà il suospazio, anche se qui giocano i migliori difensori d’Europa”.